Sindaco e assessori più cari le indennità su del 50%

Ales, la giunta guidata dal sindaco Francesco Mereu si ritocca il rimborso mensile La decisione segue l’approvazione in Regione del regolamento per gli enti locali

ALES. È dura la vita degli amministratori locali e non è un caso se, quasi al termine del precedente mandato, la giunta regionale avesse deciso che sindaci e assessori avrebbero potuto ritoccare verso l’alto la propria indennità di carica. Non ha quindi perso tempo la giunta di Ales che, muovendosi all’interno del regolamento emanato il 5 febbraio scorso, ha deciso nella seduta dell’8 maggio di rivedere il borsino dei compensi per il primo cittadino e i suoi assessori. A Francesco Mereu, che sinora prendeva 650,74 euro al mese, ne verranno corrisposti 325,37 in più. Non è il solo a beneficiare dell’applicazione del regolamento decisa a febbraio in Regione perché con questo adeguamento, che non poteva superare il 50% dell’indennità precedentemente ricevuta, si trascina dietro anche il resto della giunta che ha approvato all’unanimità la delibera con la sola eccezione dell’assessore Fabrizio Collu che era assente al momento della votazione.

Beneficerà comunque del ritocco e la sua indennità crescerà di 48,80 euro che andranno a sommarsi ai 97,61 che percepiva attualmente così come il suo collega di giunta Eduardo Perreca. Non è certo una cifra da capogiro, così come non si arricchirà l’altro assessore Niccolò Muscas che al mese andrà a percepire 97,61 euro in più rispetto agli attuali 195,22. L’asticella si solleva ancora un po’ per il vicesindaco Emanuele Trudu che riceverà 130,145 euro in più rispetto all’indennità che sinora si era fermata a 260,29 euro mensili. Poi c’è il sindaco di cui abbiamo già detto che con l’adeguamento di metà della cifra attuale andrà a percepire 976,11 euro.

Si dice che in paese ci sia stato qualche mugugno, ma c’è anche chi si schiera dalla parte di chi capisce che il ruolo degli amministratori locali è assai delicato e che i compensi sono assai bassi rispetto all’importanza del lavoro che viene svolto. Del resto lo spirito della decisione della precedente giunta regionale era proprio quello di incentivare la partecipazione all’attività politica e di evitare spettacoli mai piacevoli come quelli di paesi perennemente guidati da commissari straordinari che amministrano in assenza di giunte e consigli comunali e quindi di qualsivoglia dibattito politico. L’altra faccia della medaglia è però quella di un incremento dei costi della gestione degli enti locali. I soldi verranno presi dal fondo unico regionale, quindi senza nuovi o maggiori oneri per il bilancio statale e
senza spese a carico delle amministrazioni locali. Ales è stato velocissimo nel procedere all’adeguamento e resta per ora un caso isolato, ma se tutti gli amministratori dei Comuni che ne avrebbero diritto dovessero chiedere il ritocco delle indennità la spesa sarebbe di un certo impatto.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community