Mercato civico di Oristano, riapre il cantiere

Primo incontro operativo tra il Comune e la nuova impresa che completerà l’intera opera

ORISTANO. Congelata da ottobre, quando il comune aveva risolto per gravi inadempienze il contratto con la ditta Dentoni di Cagliari, incaricata dell'esecuzione dei lavori, la situazione del mercato civico di via Mazzini e dei parcheggi retrostanti di via Mariano IV si è sbloccata. L’assessore ai Lavori Pubblici, Francesco Pinna, spiega che «non ci sarà una nuova gara d'appalto, ma si procederà con i secondi classificati nella gara del 2015».

Domani ci sarà un incontro fra l'amministrazione comunale e l'impresa in questione, la ditta Pellegrini di Cagliari. L'impresa edile cagliaritana si è occupata della costruzione del nuovo palazzetto dello sport di Sa Rodia e della ristrutturazione della vicina piscina comunale. Se nel secondo caso la ditta era risultata la prima in graduatoria, per quanto riguarda il palazzetto si era verificata una situazione simile a quella del mercato: arrivata seconda, la ditta Pellegrini era subentrata per alcune irregolarità che avevano portato il comune all'esclusione dei primi classificati. Tornando ai lavori del complesso di via Mazzini, la situazione è abbastanza complicata e questo lo conferma anche l'assessore Pinna. Il fatto è che, mentre i lavori per il parcheggio sono relativamente a buon punto, quelli del mercato sono andati molto più a rilento: «È probabile che si decida di separare i lavori in due lotti» specifica l’assessore.

Il futuro del cantiere che da anni occupa il centro di Oristano inizia a prendere forma. La risoluzione del contratto era arrivata a ottobre dell'anno scorso, dopo che il cantiere era rimasto bloccato per mesi. In seguito il comune e la ditta avevano dovuto mettersi d'accordo per stabilire quanto era stato eseguito effettivamente dei lavori commissionati, punto di partenza imprescindibile per procedere con la nuova assegnazione.

Nell'attesa del completamento dei lavori, il Comune continua a rinnovare l'affitto per la sede provvisoria di via Cimarosa: l'ultimo rinnovo del contratto va dal primo giugno al 31 ottobre prossimo, ma con ogni probabilità ci saranno ancora molti rinnovi perché i tempi di conclusione dei lavori non potranno essere brevi, anche senza nuovi ritardi. Il Comune spende, al momento, 6 500 euro al mese per l'affitto dello stabile
di via Cimarosa, il che vuol dire che in 3 anni (la sede provvisoria ha aperto ad aprile 2016) dovrebbero essere usciti dalle casse comunali poco meno di 250 mila euro, ai quali bisogna aggiungere le spese per la guardiania, il pagamento delle bollette e la manutenzione dei locali.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community