Il sindaco lascia e invita tutti al voto

Genoni, il primo cittadino in scadenza di mandato: «Raggiungiamo il quorum»

GENONI. L’astensionismo crescente degli ultimi tempi rappresenta un’incognita anche nel paese del Sarcidano dove, domenica, i cittadini sono chiamati alle urne per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale. A correre ci sarà una sola lista, quella guidata da Gianluca Serra insieme ai candidati Ignazio Cadeddu, Giorgio Carta, Antonino Congiu, Vitalia Loi, Luisella Marica, Camilla Melis, Giuseppe Melis, Chiara Serra, Antonella Soddu e Valentina Usai. Il primo obiettivo è quindi il raggiungimento del quorum. Anche se tra i candidati aleggiano fiducia e ottimismo su quello che sarà il comportamento dei loro compaesani, sembra che ci sia, invece, chi cerca di dissuadere gli elettori dal voto. Voci queste che hanno spinto il sindaco uscente Roberto Soddu a intervenire e spiegare, anche alla luce del suo lungo impegno per la comunità, l’importanza di avere un’amministrazione eletta dai cittadini. «C’è a Genoni chi sostiene e sta facendo pubblicità in tal senso – scrive Soddu – che non c’è bisogno di andare a votare, affermando che non c’è differenza tra un sindaco e un’amministrazione comunale eletta dal popolo ed un commissario straordinario nominato dalla Regione».

Il sindaco uscente col suo intervento invita i genonesi a non dare ascolto alle chiacchiere e andare a votare. Soltanto il voto, infatti,
permette ai cittadini di eleggere un loro rappresentante che, a differenza del commissario straordinario, conosce il contesto in cui opera, conosce le persone, i problemi, le situazioni reali. «Votare – conclude Soddu – è un dovere civico e chi rinuncia a farlo non deve poi lamentarsi».

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community