Lavori edili sottocosto a Bosa grazie alla manodopera in nero: impresario nuorese nei guai

E' stato scoperto dalla Guardia di finanza di Bosa Marina

BOSA. Aveva lavoratori in nero e grazie al risparmio sulla manodopera poteva lavorare sottocosto e quindi offrire prezzi inferiori a quelli proposti da ditte in regola. L'impresario è stato scoperto e sanzionato durante i controlli della Guardia di Finanza di Bosa Marina. I lavoratori individuati sono quattro in tutto di cui tre completamente “in nero”. I controlli dei finanzieri di Bosa Marina hanno interessato diverse tipologie di attività: bar, saloni di parrucchiere, esercizi di vendita e imprese edili. Nei casi del tutto in nero non c'era la benché minima tutela previdenziale e dagli infortuni.

L'impresario edile si spostava, con i dipendenti al seguito, dal suo paese di residenza nell’entroterra barbaricino alla Planargia.

Nei confronti degli imprenditori responsabili di

aver impiegato manodopera in nero sono state applicate sanzioni per un massimo di oltre 10mila euro oltre l’obbligo a regolarizzare i lavoratori, per i quali sono state calcolate le ritenute non versate. L’operazione è stata coordinata dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Nuoro

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO: DAL WEB ALLE LIBRERIE

Come vendere un libro su Amazon e da Feltrinelli