Delitto del lago, il pm: ergastolo per Christian Fodde e Riccardo Carta, 30 anni per Matteo Satta

Le richieste della pubblica accusa al processo in corso a Oristano col rito abbreviato ai tre giovani imputati dell'omicidio del 18enne Manuel Careddu. La sentenza è prevista per venerdì 12 luglio

ORISTANO. L'ergastolo per Christian Fodde e Riccardo Carta, 30 anni per Matteo Satta: queste le richieste del pm Andrea Chelo e del procuratore Ezio Domenico Basso per i 3 giovani accusati dell'omicidio di Manuel Careddu commesso l'11 settembre 2018 e della soppressione del cadavere. Per lo stesso delitto, ieri 4 luglio, il giudice del tribunale per i minori di Cagliari ha condannato a 16 anni di reclusione la minorenne, fidanzata di Fodde, e un altro ragazzo anch'egli minorenne all'epoca del delitto.

Christian Fodde, secondo l'accusa sarebbe l'esecutore materiale dell'omicidio; Riccardo Carta è accusato di aver messo a disposizione il terreno nelle campagne di Soddì, dove viene compiuta l'esecuzione di Manuel Careddu; mentre Matteo Satta è il ragazzo che avrebbe tenuto con sé i telefonini di tutto il gruppo, lasciati volutamente lontani dal luogo del delitto per creare un alibi nel caso in cui il corpo fosse stato ritrovato e si fosse iniziato a cercare gli assassini.

Come si sa è andata diversamente perché la microspia nella macchina di Christian Fodde ha fatto saltare i piani di un delitto che voleva essere perfetto e di cui invece si conosce ogni dettaglio.

Dopo la requisitoria della pubblica accusa si tornerà in aula già lunedì prossimo 8 luglio. Il calendario delle udienze è già stato fissato e dopo quelle dell'8 luglio per ascoltare le parti civili, e del 10, per la difesa, nell'udienza di venerdì 12 dovrebbe arrivare la sentenza.

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community