Seneghe tende la mano a Sarajevo

In Bosnia per portare avanti il progetto Net-Med bridge dell’Unione Europea

SENEGHE. Un patto di fratellanza per sancire ancora una volta che i muri sono destinati a sgretolarsi. Una delegazione del piccolo centro del Montiferru, guidata dal sindaco Gianni Oggianu, ha visitato, nei giorni scorsi, Sarajevo la città della Bosnia Erzegovina, teatro, all’inizio degli anni ’90, di una sanguinosa guerra fratricida, i cui segni sono ancora tangibili. La trasferta del primo cittadino seneghese e del gruppo che lo ha accompagnato, rientra tra le attività previste dal progetto dell’UE Net-Med bridge of solidariety, che si prefigge di costruire ponti solidali tra i popoli.

Net-Med è nato con lo scopo di eliminare le difficoltà che si pongono tra culture differenti, dove, spesso, le diversità vengono viste non come una risorsa ma come un rischio da evitare. Ed è proprio all’interno di una visione volta all’accoglienza che si pongono le iniziative promosse dal progetto, di cui è capo fila il Comune abruzzese di San Valentino, al quale, con Seneghe, partecipano anche i Comuni di Olesa de Bonesvalls (Catalogna, Spagna, già gemellata con l’importante centro del Montiferru), Manteigas (Portogallo) e Sarajevo.

I rappresentanti delle municipalità interessate al progetto, svolgono un lavoro di grande rilevanza culturale, improntato soprattutto sul dialogo interculturale. Un lavoro al quale partecipano attivamente: le associazioni presenti nei rispettivi territori con i mediatori culturali e attraverso la promozione di conferenze, seminari e workshop, aventi come tema l’accoglienza e l’integrazione. In sintesi, la rete Net-Med vuole creare un legame stabile tra le comunità accoglienti e incoraggiarle ad attivare scambi culturali con le comunità dei migranti già
presenti ed integrate nelle società europee. E va proprio in quella direzione il documento firmato da Oggianu e dai rappresentanti del Comune di Olesa, che impegna i due centri in una sorta di collaborazione reciproca anche nella prospettiva di un futuro sviluppo comune in ambito europeo

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community