Inchiesta Ippocrate: arrestati il sindaco di Macomer e un ex consigliere regionale

Oristano, operazione della Gdf nella sanità: 4 ai domiciliari fra cui il primo cittadino Antonio Succu e Augusto Cherchi (Partito dei sardi)

ORISTANO.

leggi anche:

Bufera
nella sanità sarda. Nell'operazione "Ippocrate", condotta da alcuni anni dalla procura oristanese, ci sono infatti nomi eccellenti.Gli arresti domiciliari ordinati dalla magistratura riguardano infatti Antonio Succu, sindaco di Macomer, primario di ginecologia al San Martino di Oristano al tempo dei fatti sui quali s'indaga e attualmente primario all'ospedale San Francesco di Nuoro; Augusto Cherchi, ex consigliere regionale del Partito dei sardi e primario di anestesia al San Martino di Oristano; Salvatore Manai, infermiere in servizio al San Martino di Oristano nel reparto di ginecologia. C'è anche un quarto arrestato, un altro infermiere, di cui non si conosce ancora il nome.

I reati contestati sono quelli di corruzione, frode nelle pubbliche forniture, omissione di atti d'ufficio, abuso di ufficio e rivelazione di segreti d'ufficio. L'inchiesta, denominata «Ippocrate», era scattata nel 2017

Due primari e due infermieri in cella, l'inchiesta della Finanza cominciata da un giro di assunzioni sospette Oristano. L'inchiesta è durata tre anni e si è conclusa in modo clamoroso: due primari ospedalieri e due infermieri sono stati arrestati con le accuse di corruzione, frode nelle pubbliche forniture, omissione di atti d'ufficio, abuso di ufficio e rivelazione di segreti d'ufficio. L'inchiesta, denominata Ippocrate, era cominciata nel 2017 su un presunto racket delle assunzioniL'ARTICOLO

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community