Foto

Maltempo a Sindia, scoperchiato un capannone: morte alcune pecore

SINDIA. Il forte vento di libeccio continua a martoriare il centro Sardegna. A Sindia, in provincia di Nuoro, il vento ha scoperchiato un capannone e i materiali che si sono distaccati dalla struttura si sono abbattuti su alcune pecore presenti all'interno, uccidendole. A Nuoro in via Piave si sono staccati i rivestimenti esterni di un edificio, che cadendo hanno danneggiato i veicoli parcheggiati. Tanti gli interventi dei vigili del fuoco anche in Ogliastra, nella costa sud orientale da Lanusei e Tortolì. I pompieri stanno lavorando ininterrottamente da stamattina per mettere in sicurezza strade, strutture e cornicioni pericolanti.

Premi Ussi 2018, passerella di campioni all'Horse Country

Grande serata il 16 ottobre all'Horse Country Resort di Arborea con tanti campioni premiati dall'Ussi Sardegna, unione stampa sportiva. Un appuntamento che, ancora una volta non ha tradito le attese. Fra i tanti campioni a cui i giornalisti hanno assegnato il riconoscimento, in prima linea ci sono sicuramente il nuovo primatista italiano dei 100 metri Filippo Tortu e il vice campione del mondo di canottaggio Stefano Oppo. Commovente poi il momento in cui sono stati premiati i genitori di Davide Astori, Giovanna e Renato, e il vicepresidente della Fiorentina Gino Salica: sala in piedi ad applaudire le immagini dello sfortunato campionissimo rimasto nel cuore dei tifosi.

Selene Pistis, la bellissima oristanese che studia scenografia e sogna di diventare attrice

ORISTANO. Si chiama Selene Pistis, ha 27 anni, è di Oristano, e sta per laurearsi in Scenografia all'Accademia di Belle Arti di Sassari. Nel tempo libero posa come modella, ma il suo sogno è quello di diventare attrice. «Fin da piccola ho mostrato un forte interesse per le arti figurative e applicate - racconta Selene -. Affascinata dalla carriera artistica di mio zio, direttore di un'agenzia di effetti speciali a Bogotà, ho deciso di intraprendere anch’io quella strada iscrivendomi prima all'istituto d'Arte di Oristano e successivamente all’Accademia. In questi anni ho frequentato la scuola di recitazione “BobòScianèl” di cui tutt'ora sono allieva. Ho capito subito che con pazienza e costanza quella poteva diventare la giusta strada da percorrere. Per me si è trattato di una grande sfida a livello emotivo». Selene Pistis ha partecipato alla messa in scena di alcuni spettacoli e ha partecipato ad alcuni workshop di approfondimento in recitazione. A maggio dell'anno scorso è stata scelta per interpretare la sorella di Grazia Deledda in "Viaggio a Stoccolma" di Gabriella Rosaleva (aiuto regia e montaggio di Luisa Cutzu), lavoro che, nel novembre 2017, ha vinto il premio Gilda per miglior cortometraggio al Festival Cinema e Donne di Firenze. «Ho iniziato a posare per servizi fotografici da pochissimo tempo: poco meno di un anno fa ho posato per alcuni scatti con un’amica per partecipare ad alcuni provini - spiega la giovane di Oristano -. Ho postato alcune di queste fotografie sui miei profili social e così sono stata contattata per altre collaborazioni. Mentre per quanto riguarda le sfilate, ho iniziato tramite un’agenzia. Il mio primo obiettivo, però, è portare a termine gli studi - conclude Selene -. Il desiderio che vorrei realizzare in seguito è quello di viaggiare per approfondire i miei studi accademici iscrivendomi in una buona scuola di effetti speciali per il cinema. Passerei giorno e notte a modellare e a scoprire nuovi materiali con cui creare effetti scenici. Ma continuerei sicuramente a studiare recitazione con lo scopo di diventare una brava attrice». (Selene Pistis su Instagram) (a cura di Federico Spano)

Passerelle per il mare chiuse al pubblico: sono pericolanti

NARBOLIA. Ci vuole una robusta manutenzione per le passerelle a mare della spiaggia di Narbolia e il sindaco le ha fatte chiudere per tutelare la sicurezza dei bagnanti. Il provvedimento ha suscitato polemiche perché, abbinato al divieto di parcheggio nella pineta, allunga la camminata necessaria per arrivare al mare. Il Comune invita alla pazienza e promette i dovuti interventi per la stagione 2019
(foto di Francesco Pinna)

LEGGI ANCHE Passerelle chiuse

Eliana Pirastu di Sanluri è Miss Sport Sardegna 2018

MORGONGIORI. Eliana Pirastu, 25 anni di Sanluri, insegnante di danza, fisico atletico, alta 175 cm, è la vincitrice del titolo Miss Sport Sardegna 2018, la finale regionale che si è svolta a Morgongiori. Il titolo le consente di partecipare di diritto alla prefinale nazionale di Miss Italia in programma a Jesolo dal 3 settembre prossimo. Una giuria di esperti di moda e bellezza e rappresentanti dell’amministrazione locale, hanno eletto Eliana Pirastu tra le 16 ragazze in gara. Un folto pubblico ha ammirato le miss in passerella in abito elegante, in costume da bagno e col body ufficiale del concorso. Ospite della serata la giovanissima cantante Angelica Ibba, finalista di The Voice, su RAI 2. Ha presentato Veronica Fadda. Prossimo appuntamento 2 agosto a Capoterra.
(Le foto sono di Enrico Locci e Gianluca Zuddas dell'Agenzia Fotocronache.it)

 

Il fotografo oristanese che dipinge con la luce

SASSARI. Manolo Tatti è un fotografo professionista oristanese con la passione per l’arte ereditata dai genitori fioristi. Manolo unisce la fotografia, l'abilità nel disegno e l'arte vissuta in famiglia realizzando gli scatti con la tecnica del light painting: il soggetto si trova al buio illuminato dalla luce di una torcia. Nel 2015 ha dato così vita al progetto Pennellate di Luce e gli scatti sono stati esposti alla mostra Paratissima al Lazzaretto di Cagliari. Tra le altre tecniche fotografiche sperimentate da Manolo Tatti lo street photography, macro, architettura, pubblicitaria e still life. (Manolo Tatti su Instagram e sul web)
(a cura di Veronica Paulis)

È algherese la nuova Miss Cinema Sardegna

ORISTANO. Si chiama Deborah Agnone ed è algherese la prima sarda, prefinalista nazionale al concorso Miss Italia. Partirà con un titolo prestigioso, Miss Cinema Sardegna, che tanta fortuna ha portato lo scorso anno a Francesca Ena, che poi si è aggiudicata anche il titolo nazionale. Deborah ha 24 anni, è alta 176 cm, vive ad Alghero ed è mamma di un bellissimo bambino di appena un anno. Già modella fin dall’età di 16 anni, per poi abbandonare per dedicarsi al lavoro e al suo compagno. Poi quest’anno ha deciso di rimettersi in gioco iscrivendosi al concorso. La Finale Regionale di Miss Cinema si è svolta in piazza Eleonora d'Arborea: 24 ragazze provenienti dalle varie località dell’isola si sono esibite in abbigliamento casual, costume da bagno, e abito elegante. La giuria, presieduta dall’assessore Francesco Pinna, col supporto della Miss Cinema Italia Francesca Ena, e da ulteriori ospiti ed esperti di bellezza, hanno avuto un bel daffare per eleggere la vincitrice. Questa la classifica: 1) Miss Cinema Sardegna 2018 Deborah Agnone, 2) Eliana Pirastu di Sanluri , 3) Veronica Feroldi di Siddi, 4) Eleonora Canu di Sennori, 5) Rosa Piras di Ittiri. Deborah Agnone, inoltre parteciperà di diritto anche alla finale regionale di Miss Sardegna e, in caso di aggiudicazione del titolo regionale, la fascia di Miss Cinema passerà alla seconda classificata. Direttamente dal programma di Rai 2 the Voice, ospite della serata la giovanissima cantante Angelica Ibba, che coi suoi brani ha entusiasmato il numeroso pubblico presente. Ha presentato Angelica Lai coadiuvata da Veronica Fadda. L'evento è stato organizzato da Maurizio Ciaccio di Venus Dea. (foto Enrico Locci e Gianluca Zuddas dell’Agenzia Fotocronache.it)

I cieli stellati della Sardegna in 30 fotografie da sogno

Ci sono fotografi che non possono fare a meno della luce e dei colori brillanti, altri, invece, che aspettano la notte, quella più buia, in cui le uniche luci sono quelle fievoli delle stelle, per entrare in azione. Con pazienza e mestiere, si possono ottenere scatti strardinari. È quello che fa da alcuni anni Salvatore Vidili, 32enne di Paulilatino, che dedica buona parte del suo tempo libero a girare la Sardegna per realizzare queste immagini straordinarie. Salvatore ha sempre avuto la passione per la fotografia, ma è dal 2009 che è diventata qualcosa di più. Comprando macchine fotografiche sempre più evolute ma, soprattutto, studiando, il giovane di Paulilatino, che nella vita fa l'operaio in un'azienda del settore elettrico, Salvatore ha avuto la "folgorazione" nel 2015. Da quel momento, ha iniziato a scattare foto naturalistiche con la via lattea sullo sfondo. «Dietro ogni scatto c’è sempre tanta pianificazione - spiega Salvatore Vidili -, ogni tanto anche sopralluoghi diurni, nottate trascorse in bianco, chilometri in macchina e cene all’aria aperta, qualche volta, a seconda del periodo, anche un po’ di freddo. Ma il fascino di potersi godere in silenzio la natura con il cielo stellato non ha paragone, non sempre con gli scatti si riesce a rendere l’idea della bellezza che madre natura ci offre. Purtroppo non tutti i siti si prestano a questo genere fotografico, anche se in Sardegna possiamo ritenerci fortunati anche per questo punto di vista non siamo immuni all’inquinamento luminoso. Ringrazio la mia fidanzata, perché mi sopporta, e la mia famiglia» (Salvatore Vidili su Instagram, su Facebook e su 500px) (a cura di Federico Spano)

Momenti di paura all'Ardia di Sedilo, cadono tre cavalieri: uno è stato ricoverato in ospedale

SEDILO. La brutta caduta di un cavaliere di 44 anni, ora ricoverato all'ospedale di Nuoro, e la caduta negli stessi momenti della prima e della terza «pandela», non hanno fermato l'Ardia in onore di San Costantino che si è svolta stamattina a Sedilo (Oristano) nel tradizionale percorso attorno al Santuario intitolato al Santo imperatore. Nell'antica corsa equestre che si svolge ogni anno nel paese al centro della Sardegna il 6 e 7 luglio, i primi a cadere sono stati proprio la prima bandiera Luciano Putzulu e la terza Graziano Salaris. Un attimo dopo, alle loro spalle è caduto anche Antonio Giovanni Carta, 44 anni, che è rimasto esanime al suolo mentre il suo cavallo proseguiva la corsa. I soccorsi sono stati immediati. Il cavaliere ha perso conoscenza ma secondo le prime informazioni circolate tra le migliaia di spettatori e fedeli che hanno assistito all'Ardia, non sarebbero particolarmente gravi. Mentre i soccorsi erano in atto, la prima bandiera ha portato a conclusione l'Ardia con una spettacolare corsa ripercorrendo in senso contrario e in salita verso il santuario il tratto di percorso sul quale era caduto durante la discesa a Sa Muredda. (foto Francesco Pinna)

I castelli sardi da visitare almeno una volta nella vita

SASSARI. Viaggio fotografico tra le fortezze più belle della Sardegna attraverso gli scatti rilanciati sul nostro account Instagram @lanuovasardegna, o pubblicati dagli utenti con il nostro hashtag #lanuovasardegna. Da Castelsardo al borgo di Bosa, passando per Posada, Cagliari, Chiaramonti, Burgos, Laconi, Osilo, Sanluri, Siliqua, Asinara e Iglesias (a cura di Federico Spano e Veronica Paulis)

LEGGI Castelli sardi, i dieci più popolari su Instagram

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro