Foto

Marco Mura costruisce meraviglie sulla sabbia di Putzu Idu

A Putzu Idu, con la finissima sabbia di quella spiaggia, c'è il laboratorio a cielo aperto di Marco Mura. Giardiniere di professione e scultore per hobby, Mura vive a Crema ma ha origini sarde. "Sin da piccolo amavo disegnare _ dice oggi _ pur non avendo fatto studi specifici cerco di guardare il mondo con la sensibilità dell'artista". E le sue opere sono davvero dei capolavori. (piero marongiu)

430 chili di marjiuana scovati nel blitz dei carabinieri con 14 arresti

ORISTANO. Cataste di sacchetti di marijuana essiccata negli uffici del comando dei carabinieri di Oristano trovati durante il blitz finale dell'operazione Grighine portata a conclusione in meno di un anno di indagini con 14 arresti. In tutto durante le perquisizioni sono stati sequestrati 430 chili di droga pronta per essere immessa nel mercato, soprattutto oristanese e cagliaritano. L'inchiesta, coordinata dalla Procura di Oristano, è cominciata nel luglio 2018 quando venne fermato uno spacciatore piuttosto impaurito per le ritorsionioni annunciate dai fornitori per la droga non pagata. Emersero i contorni di un'organizzazione stile Narcos che aveva piantagioni sparse in mezza Sardegna, curava i dettagli del traffico preparando le scorte che dovevano accompagnare i corrieri a destinazione. Chi non pagava anche una piccola parte della merce subiva minacce pesanti, persino i familiari diventavano oggetti di brutali avvertimenti. Del gruppo faceva parte un carabiniere di 34 anni

L'ARTICOLO

Sartiglia dei contadini: il bottino è di 11 stelle

Poche stelle ma tanto entusiasmo per la Sartiglia del gremio dei contadini che si è svolta domenica 3 marzo. Undici le stelle centrate dopo un inizio che sembrava presagire un bottino piuù ampio. Durante le pariglie in via Mazzini la caduta del trio Giandolfi, Marias e Mele. Antonio Giandolfi, componidori della domenica un anno fa, è finito all'ospedale con un trauma cranico. (foto francesco pinna)

Le straordinarie scale nuragiche del pozzo sacro Sa Scaba 'e Cresia

MORGONGIORI. Dal buio arriva una nuova luce nei meandri sotterranei di uno degli ipogei forse più grandi del Mediterraneo. Sono i riflettori della troupe di Roberto Giacobbo che ha realizzato il primo servizio televisivo su questo tesoro archeologico sconosciuto ai più a causa soprattutto della sua inaccessibilità. Il 10 gennaio il pozzo sacro Sa Scaba 'e Cresia di Morgongiori sarà protagonista della quarta puntata di "Freedom - Oltre il Confine", il programma di divulgazione scientifica archeologica condotto dal giornalista, in onda su Rete 4. Costruito sfruttando fratture naturali della roccia, un crollo impedisce l'accesso al sito. Ringraziamo Fabrizio Pinna per queste straordinarie fotografie (le uniche due non realizzate da lui sono quelle in cui nella didascalia abbiamo indicato che sono state scattate da Sirio Sechi durante le riprese della trasmissione) (Fabrizio Pinna su Instagram) (a cura di Federico Spano)

L'ARTICOLO Archeologia, su Rete 4 i segreti del pozzo sacro Sa Scaba 'e Cresia

Maltempo a Sindia, scoperchiato un capannone: morte alcune pecore

SINDIA. Il forte vento di libeccio continua a martoriare il centro Sardegna. A Sindia, in provincia di Nuoro, il vento ha scoperchiato un capannone e i materiali che si sono distaccati dalla struttura si sono abbattuti su alcune pecore presenti all'interno, uccidendole. A Nuoro in via Piave si sono staccati i rivestimenti esterni di un edificio, che cadendo hanno danneggiato i veicoli parcheggiati. Tanti gli interventi dei vigili del fuoco anche in Ogliastra, nella costa sud orientale da Lanusei e Tortolì. I pompieri stanno lavorando ininterrottamente da stamattina per mettere in sicurezza strade, strutture e cornicioni pericolanti.

Premi Ussi 2018, passerella di campioni all'Horse Country

Grande serata il 16 ottobre all'Horse Country Resort di Arborea con tanti campioni premiati dall'Ussi Sardegna, unione stampa sportiva. Un appuntamento che, ancora una volta non ha tradito le attese. Fra i tanti campioni a cui i giornalisti hanno assegnato il riconoscimento, in prima linea ci sono sicuramente il nuovo primatista italiano dei 100 metri Filippo Tortu e il vice campione del mondo di canottaggio Stefano Oppo. Commovente poi il momento in cui sono stati premiati i genitori di Davide Astori, Giovanna e Renato, e il vicepresidente della Fiorentina Gino Salica: sala in piedi ad applaudire le immagini dello sfortunato campionissimo rimasto nel cuore dei tifosi.

Selene Pistis, la bellissima oristanese che studia scenografia e sogna di diventare attrice

ORISTANO. Si chiama Selene Pistis, ha 27 anni, è di Oristano, e sta per laurearsi in Scenografia all'Accademia di Belle Arti di Sassari. Nel tempo libero posa come modella, ma il suo sogno è quello di diventare attrice. «Fin da piccola ho mostrato un forte interesse per le arti figurative e applicate - racconta Selene -. Affascinata dalla carriera artistica di mio zio, direttore di un'agenzia di effetti speciali a Bogotà, ho deciso di intraprendere anch’io quella strada iscrivendomi prima all'istituto d'Arte di Oristano e successivamente all’Accademia. In questi anni ho frequentato la scuola di recitazione “BobòScianèl” di cui tutt'ora sono allieva. Ho capito subito che con pazienza e costanza quella poteva diventare la giusta strada da percorrere. Per me si è trattato di una grande sfida a livello emotivo». Selene Pistis ha partecipato alla messa in scena di alcuni spettacoli e ha partecipato ad alcuni workshop di approfondimento in recitazione. A maggio dell'anno scorso è stata scelta per interpretare la sorella di Grazia Deledda in "Viaggio a Stoccolma" di Gabriella Rosaleva (aiuto regia e montaggio di Luisa Cutzu), lavoro che, nel novembre 2017, ha vinto il premio Gilda per miglior cortometraggio al Festival Cinema e Donne di Firenze. «Ho iniziato a posare per servizi fotografici da pochissimo tempo: poco meno di un anno fa ho posato per alcuni scatti con un’amica per partecipare ad alcuni provini - spiega la giovane di Oristano -. Ho postato alcune di queste fotografie sui miei profili social e così sono stata contattata per altre collaborazioni. Mentre per quanto riguarda le sfilate, ho iniziato tramite un’agenzia. Il mio primo obiettivo, però, è portare a termine gli studi - conclude Selene -. Il desiderio che vorrei realizzare in seguito è quello di viaggiare per approfondire i miei studi accademici iscrivendomi in una buona scuola di effetti speciali per il cinema. Passerei giorno e notte a modellare e a scoprire nuovi materiali con cui creare effetti scenici. Ma continuerei sicuramente a studiare recitazione con lo scopo di diventare una brava attrice». (Selene Pistis su Instagram) (a cura di Federico Spano)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community