Foto

Bosa, il centro allagato dopo l'esondazione di un canale tombato

BOSA. Strade del centro allagate dopo l'esondazione di un canale tombato. Prosegue l'emergenza a Bosa già in ginocchio ieri 4 maggio a causa delle forti piogge. Oltre alle strade, tante le case e i negozi allagati. Super lavoro per vigili del fuoco e uomini della protezione civile codiuvati dalla polizia locale e da semplici cittadini. (foto di alessandro farina)

IL VIDEO

Sartiglia, i cavalieri del gremio dei Falegnami centrano 18 stelle

ORISTANO. Si è conclusa con un bottino di 18 stelle la Sartiglia del Gremio dei falegnami guidata da su cumponidori Andrea Solinas. L'impresa di cogliere la stella a lui, però, non è riuscita né con la spada, né con lo stocco. Colpa anche delle raffiche di vento che hanno soffiato sulla pista di via Duomo nelle prime fasi della giostra facendo ballare la stella d'acciaio appesa al tradizionale nastro verde. La prima stella è stata centrata solo alla 13/a discesa. Porta la firma di Bernardino Ecca, che aveva fatto centro anche domenica scorsa, ed è stata accolta da un'ovazione della folla. Il vento ha tradito anche su cumponidori di domenica Antonio Giandolfi, che però la sua razione di applausi l'aveva avuta prima ancora di impugnare la spada. Un omaggio degli oristanesi alla sua gestione della vicenda dei controlli antidoping per la quale aveva sostenuto la decisione dei suoi cavalieri di annullare le pariglie per protesta contro i controlli, considerati invadenti e umilianti, disposti dalla Questura. Oggi le cose sono andate diversamente. I controlli sono scattati solo al termine delle pariglie. I cavalieri hanno fatto la loro parte, ma il risultato non è stato all'altezza delle aspettative. Molte esibizioni al di sotto della sufficienza, e invece poche figure da brivido e poche emozioni. Dopo il digiuno di domenica, il pubblico che affollava le tribune e i marciapiedi dietro le transenne non ha comunque risparmiato gli applausi. (foto Francesco Pinna)

Sartiglia 2018 tra magia della festa e proteste dei cavalieri

Oristano. Anche la giunta comunale in costume all'edizione 2018 della Sartiglia. L'antica giostra equestre ha incantato il pubblico come ogni anno fino alla clamorosa protesta dei cavalieri che non hanno fatto le acrobatiche pariglie a chiusura della corsa. Motivo della rivolta i controlli antidoping condotti dalla questura giudicati eccessivi dai cavalieri
(foto di Francesco Pinna)

LEGGI ANCHE: Clamorose protesta dei cavalieri

Bosa, i vigili del fuoco salvano sei caprette bloccate sull'orlo di un precipizio

BOSA. Spettacolare e difficile intervento dei vigili del fuoco di Macomer che hanno recuperato di sei capre in difficoltà su una parete verticale in località Columbera, nel territorio  comunale di Bosa sulla strada per Montresta. Dopo aver raggiunto la vetta, i vigili si sono calati con le corde lungo il pendio fino a raggiungere gli animali bloccati si una cengia. Il buon esito dell'intervento ha consentito al proprietario, originario di Bosa, di riprendere possesso i propri animali.

Corteo antimilitarista a Capo Frasca, lancio di pietre contro gli agenti

ARBUS. Alta tensione tra i manifestanti che volevano entrare nell'area del poligono di Capo Frasca e le forze dell'ordine che lo presidiavano. È accaduto oggi 23 novembre durante la protesta antimilitarista con la partecipazione di alcune centinaia di persone partite in corteo da Marceddì. Lanci di grosse pietra da una parte, agenti in assetto antisommossa dall'altra: ne è nato uno scontro assai duro con un bilancio di contusi e feriti. Tra questi il vice questore di Cagliari Ferdinando Rossi che, colpito da un sasso, è stato sottoposto a un controllo in ospedale. (foto Francesco G. Pinna)

LEGGI: Arbus, corteo antimilitarista a Capo Frasca: militanti bloccati dalle forze dell'ordine

La siccità svuota anche il lago Omodeo

BUSACHI. Il ciclo siccitoso che colpisce la Sardegna svuota anche il lago Omodeo, la più grande riserva idrica dell'isola. Ecco le impressionanti immagini riprese dall'obiettivo di Francesco Pinna

Dall'alba al tramonto, l'incanto di Bosa negli scatti di Tore Serra

BOSA. Da Cane Malu di notte, sotto il cielo stellato, al tramonto nel centro di Bosa, con il ponte e il castello sullo sfondo. Le foto di Tore Serra, fotografo sassarese di 45 anni, rendono giustizia al meraviglioso borgo medievale e ai tesori naturali del suo territorio. Tore Serra, sposato con Silvia e padre di due figli, Federico e Beatrice, ha all'attivo numerose pubblicazioni in prestigiose riviste: National Geographic, Focus, Fotografare, Nuovo Orione e questa settimana un suo scatto notturno verrà pubblicato su Vanity Fair. Lo scorso giugno abbiamo pubblicato un'altra gallery con le sue bellissime fotografie: I nuraghi sotto le stelle (Tore Serra su Facebook e su Instagram) (a cura di Federico Spano)

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori