Foto

Le ruspe cercano di fermare l'invasione dei giacinti d'acqua

RIOLA SARDO. E' cominciata ieri sera, giovedì 8, ed è proseguita oggi la rimozione meccanica dei giacinti d'acqua che hanno di nuovo infestato il rio Mar'e Foghe, ricoprendolo completamente. La Provincia ha inviato due ruspe rispondendo così alle richieste dei sindaci della zona. (foto di Francesco G. Pinna) IL VIDEO

Mogoro, tromba d'aria fa a pezzi le case di 90 famiglie

MOGORO. Dieci minuti d’inferno: una tromba d’aria si è abbattuta nel pomeriggio di oggi, venerdì 4 settembre, tra Masullas e Mogoro, colpendo in particolare la frazione Morimenta. Il bilancio è pesante: quasi tutte le case della frazione di Mogoro, una novantina di famiglie in tutto, sono state danneggiate. (foto Francesco Pinna)

 

L'ARTICOLO

Profughi campioni al torneo di calcio di Curcuris

CURCURIS. Una squadra composta da giovani profughi provenienti da Ghana, Costa d'Avorio, Mali, Guinea, Nigeria, Senegal e Burchina Faso - tutti ospitati in un agriturismo di Sini - ha vinto tra gli appalusi il torneo che inaugurato il nuovo campo di calcio dopo una lunga ristrtturazione.

 

LEGGI L'ARTICOLO

Ladri di sabbia sulle spiagge di Cea, Stintino e Mari Ermi

ORISTANO. La spiaggia di Cea in Ogliastra, quella di Mari Ermi a Cabras, Stintino: sono le ultime spiagge in cui sono stati sorpresi i ladri di sabbia, per lo più turisti che cercano di portarsi un souvenir ricordo della loro bella vacanza in Sardegna. Molti i sequestri all'aeroporto di Elmas e negli altri scali sardi e molti quelli che vengono denunciati sulla pagina Facebook Sardegna rubata e depredata.

 

LEGGI L'ARTICOLO

LE FOTO DEI SEQUESTRI

Cinquemila moto a Torregrande per ricordare Simoncelli

TORREGRANDE (Oristano).  Record di presenze sul lungomare per il motoraduno "Sic Day" dedicato alla memoria di Marco Simoncelli, il campione delle due ruote morto nel 2011 nel circuito di Sepang. Parate, esibizioni, spettacoli e cibo hanno caratterizzato una kermesse senza precedenti.

L'ARTICOLO

Dalle ceramiche d'arte ai rifiuti: lo scandalo dell'ex Isola

ORISTANO. Da laboratorio per la produzione di ceramiche artistiche a incubo contemporaneo fatto di abbandono e cumuli di rottami diventato il regno di sbandati e di animali randagi: l'ex struttura del defunto Isola, l'ente strumentale della Regione Sardegna che doveva valorizzare l'artigianato sardo, è diventata una pericolosa discarica di 1500 metri quadri che preoccupa gli abitanti di via Olbia e delle strade intorno. (foto Francesco G. Pinna)

Tamponamento tra mezzi pesanti, muore un camionista

MOGORO. È morto nel pomeriggio in ospedale Roberto Marongiu, 50 anni, il camionista di Monastir coinvolto nell'incidente stradale avvenuto verso le 11.30 lungo la «Carlo Felice» all'altezza di Mogoro. Nonostante tutte le cure dei medici dell'ospedale Nostra Signora di Bonaria di San Gavino, dove l'autista era stato ricoverato in gravissime condizioni - aveva perso le gambe sotto il ginocchio - il suo cuore ha smesso di battere (foto Francesco Pinna) L'ARTICOLO

Sardegna Rubata e Depredata, sul web i furti di sabbia delle spiagge sarde

Sabbia, sassi, conchiglie: non c'è giorno, soprattutto d'estate, che dagli aeroporti _ e purtroppo dai porti, dove i controlli sono più difficili _ una bottiglia o una busta alla volta prenda il volo un po' di Sardegna. Souvenir a prezzo gratuito di turisti senza coscienza, predoni senza rispetto della terra meravigliosa che li ha accolti. Un fenomeno non nuovo ma che, anche grazie ai social network, oggi è più facile denunciare mostrando, ad esempio, le foto di ciò che viene intercettato durante i controlli aeroportuali negli scali sardi o sequestrato nelle spiagge da parte di forze dell'ordine o di cittadini che non ci stanno a fare finta di niente. Queste storie adesso hanno una pagina facebook, Sardegna Rubata e Depredata, che in pochi giorni di vita ha già superato i 10mila "Like". Ecco alcune delle foto pubblicate.

 

LEGGI L'ARTICOLO

Ruspa a Mont'e Prama, spunta la testa di un altro Gigante

CABRAS. Nuova scoperta a Mont’e Prama: quello che è diventato il sito archeologico più conosciuto della Sardegna ha restituito la testa di un altro Gigante, la sedicesima in totale. Ma sul ritrovamento pesa il sospetto di un presunto danneggiamento: nello scavo archeologico verrebbe utilizzata la pala meccanica che si vede nelle foto, un mezzo certamente poco adatto a operazioni così delicate. (foto Claudio Zoccheddu)

 

L'ARTICOLO

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro