Tags: parcheggi

Via dei Muratori, ai privati una parte del parcheggio

Via dei Muratori, ai privati una parte del parcheggio

di Enrico Carta ; w; La guerra dei supermercati tra i marchi della grande distribuzione continua e stavolta coinvolge anche il Comune per questioni legate all’urbanistica. Al centro dei desideri del gruppo che gestisce i supermercati Eurospin c’è l’area utilizzata come parcheggio tra via Cagliari e via dei Muratori. La società ha deciso di ingrandire i propri orizzonti e di far crescere i propri locali. Per farlo ha chiesto all’amministrazione di ottenere alcune delle aree che oggi sono adibite a parcheggio, ottenendo il parere favorevole sia del consiglio comunale che della commissione all’Urbanistica. Per quest’ultima, in assenza dell’opposizione, hanno votato a favore solo i consiglieri Mauro Licandro e Carlo Cerrone, mentre il presidente Angelo Angioi si è astenuto. E c’è un motivo che sta dietro la scelta di non esprimere un parere, così come c’è un motivo dietro i dubbi che si affacciano tra i pensieri del consigliere Efisio Sanna. La prima è di carattere squisitamente procedurale. Se è vero che la retrocessione ad area edificabile di quella che oggi è adibita a parcheggio è prevista dal Piano urbanistico comunale, è altrettanto vero che il parere del dirigente dell’Ufficio tecnico, Giuseppe Pinna, è stato ritenuto non del tutto chiaro. L’ingegnere nel parere che accompagnava la delibera aveva parlato di procedura attuabile, aveva però aggiunto in una nota successiva che quel parcheggio riveste una funzione pubblica importante e questo costituisce un ostacolo alla modifica della classificazione urbanistica dell’area. Ovviamente per le casse del Comune l’opportunità è ghiotta, visto che l’acquisizione verrebbe fatta al prezzo di area edificabile e questo porterebbe 80mila euro nelle tasche mai troppo colme dell’amministrazione. Restano però i dubbi di un’operazione simile e li esprime dall’opposizione Efisio Sanna che sposta la questione sul piano della gestione generale della viabilità e sull’espansione di Oristano: «La ritengo un’operazione sbagliata perché in quella zona c’è bisogno di parcheggi. Le altre zone periferiche della città hanno tutte un hub che fa da punto di riferimento per chi arriva in città, nell’area nord non c’è. Dobbiamo ragionare sulla città del futuro e sull’esigenza di far diminuire drasticamente il numero delle auto che arrivano in centro. L’area della stazione avrà il suo hub nella zona del polo intermodale, il progetto Oristano Ovest prevede a sua volta una piattaforma per i parcheggi nella zona dei palazzi finanziari, c’è una carenza invece nella parte nord e quel parcheggio non può oggi essere barattato con dei soldi. È una scelta che faremo pagare alla città del futuro».

Il Comune lo cederà alla società che gestisce un supermercato per 80mila euro Perplessità del dirigente e dell’opposizione. Dubbi anche in maggioranza

Sosta a pagamento L’opposizione attacca «Servizio a metà»

Sosta a pagamento L’opposizione attacca «Servizio a metà»

di Enrico Carta

ORISTANO. L’interpellanza arriva nel momento in cui appare chiaro che l’appalto dei parcheggi a pagamento andrà in proroga per altri due anni e non ci sarà un nuovo bando di gara. Ma non su questo...

Parcheggi di S.Giusta la gestione passerà al Comune

di Alessandro Farina

BOSA. I proprietari dell’area dove sorge il parcheggio di Santa Giusta, una delle incompiute della città del Temo, ha deciso di rinunciare alla gestione dei posti auto una volta ultimata l'opera, e...

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro

Redazione | Scriveteci | Rss/xml | Pubblicità | Privacy

DBInformation SpA. - Sede Legale Viale Giulio Richard 1/a – 20143 Milano - Capitale Sociale Euro 120.000,00 i.v. - R.E.A. Milano n. 1280714 - Registro Imprese di Milano n. 09293820156 - CF e Partita IVA 09293820156.

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.