Marea nera, le spiagge del Nord Sardegna di nuovo balneabili

Dopo 5 mesi di interdizione dovuta allo sversamento in mare, l'11 gennaio scorso, di una massa imponente di idrocarburi dalla centrale E.On di Fiumesanto, sono state revocate le ordinanze di divieto che hanno interessato chilometri di coste

CAGLIARI. Sono pulite e prive di sostanze inquinanti le spiagge del nord Sardegna che tornano quindi balneabili dopo circa cinque mesi di interdizione dovuta allo sversamento in mare, l'11 gennaio scorso, di una massa imponente di idrocarburi dalla centrale E.On di Fiumesanto, a Porto Torres. Vengono così revocate le ordinanze di divieto che hanno interessato chilometri di coste tra Porto Torres, Sorso e Castelsardo.

Il via libera è arrivato stamattina dalla Conferenza di servizi riunita a Cagliari nella sede della Presidenza della Giunta regionale. Il vertice è servito per prendere atto delle analisi per la ricerca di sostanze inquinanti effettuate da E.On in stretta collaborazione con l'Arpas, l'agenzia regionale per la protezione dell'ambiente.

"I risultati sono stati validati - spiega l'assessore dell'Ambiente del Comune di Porto Torres, Davide Tellini - e hanno dato riscontri positivi sulla salubrità del territorio, dal fondale marino alle spiagge. Pertanto è stato accertato che ora i nostri lidi sono liberi da ogni inquinante e a breve verranno emesse dai singoli Comuni le ordinanza di revoca dei provvedimenti che avevano impedito la balneazione".

La preoccupazione degli amministratori locali era legata soprattutto
al possibile condizionamento dei divieti sull'imminente stagione turistica estiva. Ma "la riunione di oggi - chiarisce Tellini - ci rende soddisfatti: le spiagge prive di inquinamento verranno rese fruibili a cittadini e turisti che potranno godere completamente delle nostre bellezze naturali".

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro