Partecipazione record per l’escursione da Bindua a Plagemesu

La vecchia strada ferrata fa innamorare tutti i turisti

 IGLESIAS. Un successo che nessuno si aspettava. Per l'escursione lungo la vecchia strada ferrata da Bindua a Gonnesa sono arrivati in 1500 da ogni parte dell'isola. Una invasione di massa nel territorio, che fa pensare come potrebbe essere sfruttata a livello turistico l'iniziativa.  La pioggia aveva domenica scorsa cancellato l'ultima parte del programma ma ieri mattina la suggestiva passeggiata lungo la strada ferrata gestita sino a 40 anni fa dalle Ferrovie meridionali sarde ha catturato tutti gli ospiti. Il progetto di recupero, redatto da un gruppo di tecnici dell'Università di Cagliari, prevede il riutilizzo della pista per destinarla alla mobilità dolce (a piedi, a cavallo o in bicicletta). «Il tracciato -ha detto Ginevra Balletto - offre uno straordinario patrimonio storico-culturale che deve essere recuperato e riutilizzato. Occorre creare punti di sosta e riproporre alla fruizione degli escursionisti le strutture immobiliari che un tempo erano stazioni ferroviarie o locali concessi ai casellanti». Il progetto sarà finanziato dalla Provincia Carbonia Iglesias. La spesa prevista è di poco superiore al milione e mezzo di euro e con questa opera si mette a disposizione dei turisti una struttura che potrà collegare Iglesias con Plagemesu utilizzando mezzi di locomozione ecologici (trenini a trazione elettrica oppure ricorrendo alla trazione animale). Sono state raccolte oltre 500 firme per la petizione popolare, promossa dai comitati dei disoccupati, dagli artigiani e commercianti del Sulcis Iglesiente che insistono sull'opportunità di recuperare quel tratto di strada ferrata. «Il recupero di questo tratto di strada ferrata - ha spiegato Giampiero Pinna della Consulta del Geoparco - è determinante per conservare i tracciati ferroviari ancora esistenti ma anche per dare un altro servizio ai turisti». I sindaci di Iglesias Luigi Perseu e di Gonnesa Pietro Cocco si sono dichiarati disponibili a cofinanziare un progetto per creare nuove opportunità di lavoro. Ieri, dopo 7 chilometri di strada ferratacon due gallerie, al bivio per Plagemesu gli escursionisti hanno
imboccato la strada per la marina di Gonnesa, seguendo la pista ciclabile lunga 3 chilometri. A Plagemesu gli escursionisti erano attesi dai pullman dell'Arst che hanno riportato tutti al capolinea di Bindua. La manifestazione è stata organizzata dalla Consulta delle associazioni del geoparco.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro