Cinema

“Aiòn#001”, il film di Rocca su Raitre

L’opera dedicata a Bergman del regista sardo a “Fuori orario”

ROMA. Sul sito della Fondazione dedicata al grande cineasta Igmar Bergman c’è una pagina dedicata ad “Aiòn#001”, opera tra cinema e installazione del regista e artista digitale sardo Marco Rocca che ha riletto in modo innovativo il cinema di Bergman.. «Dovete dimenticare il logico-verbale ed abbandonarvi al flusso emotivo dei suoni e delle immagini. Perdere la dimensione del tempo» suggerisce Rocca per indicare come il filmato – che questa sera sarà presentato da Enrico Ghezzi all’interno di “Fuori Orario” (Raitre, alle 0,30)– promette una esperienza di visione e ascolto totale, frutto di una lunga ricerca condotta dal performer per anni dentro uno degli ensemble sperimentali più vivaci d’Italia, Machina Amniotica.“Aiòn#001” infatti, dove è stato presentato dal vivo – da Stoccolma a Tokyo e Venezia – utilizzando una spazializzazione sonora in dolby surround 5.1, provoca inedite sensazioni.

Ovvio, non ripetibili nella visione tivù dove lo spettatore sarà invece catturato dalla magia di un montaggio evocativo tratto dalle pellicole bergmaniane come “Il Settimo Sigillo”, , “Il Silenzio”, e altri. Una ricognizione contemporanea all’interno di un mondo poetico straordinario(w.p.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista