E la senatrice 5 Stelle piange in aula

Vinyls e Alcoa, la Serra si commuove parlando dell’«abominio» contro i sardi

ROMA. «Ieri i cassintegrati della Vynils di Porto Torres si sono autodenunciati, oggi gli operai Alcoa occupano l’assessorato al Lavoro...». La senatrice cagliaritana del movimento 5 Stelle, Manuela Serra, prende la parola nell’emiciclo di Palazzo Madama, al termine del dibattito sul corridoio Adriatico, ma la sua voce è rotta dalla commozione, le lacrime scendono copiose e infine la senatrice si lascia andare ai singhiozzi, a cui seguono gli applausi di incoraggiamento dei colleghi degli altri gruppi. «Un gesto per segnalare il disinteresse da parte degli enti che dovrebbero garantire la sicurezza...», riesce ancora a dire prima di interrompersi di nuovo. A questo punto è arrivato un assist da parte del presidente di turno in aula. «Capisco la sua grande partecipazione», ha sottolineato, Linda Lanzillotta mentre l’insegnante cagliaritana, a questo punto incoraggiata dall’Aula tutta, riesce a riprendere: «Mentre questa tragedia ambientale, sociale ed economica viene consumata, porto all’attenzione l’ultimo intollerabile abominio nei confronti dei cittadini e lavoratori sardi, l’Alcoa. Questa mattina i lavoratori di Alcoa hanno occupato simbolicamente l’assessorato al lavoro della Regione Sardegna.

Lo Stato ha il compito di studiare soluzioni e far sentire ai lavoratori e alle loro famiglie una presa d’atto, un impegno. Avviso il presidente – ha concluso Manuela Serra – che abbiamo intenzione di preparare una interrogazione l ministro interessato e...mi scuso per la commozione».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics