l’assessore regionale firino

«Spazi per il rilancio da internet alla cartellonistica»

SASSARI. «Certo, il problema della scarsa informazione sui musei e sui siti storici dell’isola esiste senz’altro: ecco perché come giunta regionale dovremo prima procedere a una ricognizione e poi...

SASSARI. «Certo, il problema della scarsa informazione sui musei e sui siti storici dell’isola esiste senz’altro: ecco perché come giunta regionale dovremo prima procedere a una ricognizione e poi distribuire risorse che consentano di valorizzare tutti i monumenti». L’assessore alla Cultura, Claudia Firino, conosce bene il problema nonostante si sia insediata da pochi giorni. E come potrebbe essere diversamente, visto che tutti i sardi sono abituati da anni a fare di necessità virtù anche in questo specifico campo? A ogni modo, il nuovo responsabile del delicatissimo settore è convinta che i tempi persi fino a oggi possano venire rapidamente recuperati.

Analizzando la situazione sul campo, Firino sottolinea naturalmente che le cose dovrebbero andare in maniera del tutto differente: «A volte succede che sulle strada i cartelli cambino ma i vecchi non vengano eliminati. Altre volte, e questo vale soprattutto per le città e i centri maggiori, c’è la possibilità d’intervenire per migliorare, ma non esiste sufficiente attenzione per la cura dei dettagli. Altre volte ancora, specialmente nei paesi più piccoli, ci sono idee e iniziative, ma mancano i soldi indispensabili per fare andare avanti i progetti».

«A ogni modo, io credo molto nel lavoro di concerto tra tutti gli enti coinvolti in questa tematica: e sono convinta che si possano fare importanti passi avanti»,, dice ancora l’esponente di Sel nella nuova giunta di centrosinistra, project manager al Cnr. «Analogamente – aggiunge il nuovo assessore – ritengo si possa migliorare il sistema informativo istituzionale anche su internet. Per esempio, attraverso portali che mettano insieme le informazioni sui trasporti e i collegamenti con quelle relative ai siti culturali». «A suo tempo la l’esecutivo guidato da Renato Soru aveva fatto scelte importanti tanto in questa direzione quanto per avviare una riforma dell’intera cartellonistica stradale – prosegue l’assessore – Bisognerà adesso riprendere a lavorare con tutti i raccordi necessari per ottenere il massimo del coordinamento e il massimo del risultato grazie all’apporto di tutte le istituzioni».

«Sia sulla Rete sia sul versante delle consuete e tradizionali notizie legate ai segnali stradali si devono mettere in rete tutte le esperienze e le iniziative per la valorizzazione dei nostri beni culturali – è la conclusione di Claudia Firino – Il nostro obiettivo finale dev’essere infatti la

fruibilità effettiva, concreta, del flusso delle notizie. In modo da permettere l’accesso ai luoghi e consentire la possibilità per i visitatori di raccogliere tutto il materiale informativo che riguarda i nostri musei e i nostri monumenti». (pgp)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller