La bellezza di Elena Alle fonti del conflitto tra verità e giustizia

Dal 1° al 4 maggio a Cagliari il terzo Festival della Filosofia Con Rodotà, Colombo, Mancuso, Bodei e Salvatore Settis

CAGLIARI. Roberta De Monticelli, direttrice artistica del Festival della Filosofia – dal 2 al 4 maggio alla sua terza edizione – cita Simone Weill e il suo scritto “Non ricominciamo la guerra di Troia” per mettere a fuoco la figura di Elena, la bella Elena di Troia rubata da Paride a Menelao, casus belli del lungo conflitto che oppose gli Achei ai Troiani. Elena come «icona del dubbio che attraversa lo splendore, dubbio morale o sconcerto, nel vedere come “in nome dei valori” l’uomo uccida». Citando Weill si ricordano quindi le “tre parole assassine” che sono bellezza, verità e giustizia. Tre dee dal cui conflitto nasce secondo il mito la tragica guerra degli uomini come punti di riferimento di questo festival che tenterà una riflessione a tutto tondo sulla nostra contemporaneità . “Il conflitto dei valori, la bellezza creata e quella dissipata” come recita il titolo dell’iniziativa curata oltre dalla De Monticelli anche da Pier Luigi Lecis in collaborazione con l’Università di Cagliari e il Teatro Sardegna. Festival che accanto agli incontri offrirà anche un allestimento teatrale ad hoc . E non a caso questo sarà un testo drammatico come è “Elena” di Euripide con la regia di Guido De Monticelli con Giorgia Sanesi nel ruolo di protagonista assieme agli altri attori Lia Careddu, Eleonora Giua, Paolo Meloni, Luigi Tontoranelli e Marco Spiga.

Di alto livello il contributo che studiosi e uomini di pensiero porteranno a questa edizione. Da Stefano Rodotà a Vito Mancuso, da Gherardo Colombo a Remo Bodei e Salvatore Settis.

Non solo filosofi ma anche professionisti e studiosi di altri saperi e specializzazioni per permettere una indagine a tutto campo. Questi gli appuntamenti in programma al teatro Massimo. Si parte il 2 maggio alle 17,30 con un focus sul concetto di potenza: “Il potere e il diritto: cosa fonda la legge?” con un confronto tra Gherardo Colombo e Roberta De Monticelli. Alle 21 prima teatrale di “Elena”.

Sabato 3 si parte dalle 11 con il secondo dialogo. In campo Stefano Rodotà e Giuseppe Lorini a cui seguirà un dibattitto pubblico. Al pomeriggio, alle ore 16 secondo focus su: “Ragione: L’idea di Europa, o la “Vecchia” Europa ?” .Si confronteranno su questo tema il filosofo Remo Bodei e Pier Luigi Lecis docente di Filosofia all’università cagliaritana.

A seguire il quarto dialogo. Protagonisti: Maria Michela Sassi docente di Storia della Filosofia Antica presso l’Università di Pisa (“Gli inizi della filosofia in Grecia” il suo titolo più recente pubblicato dalla Bollati e Boringhieri) ed Elisabetta Cattanei dell’Università di Genova. Domenica terza ricognizione su “Bellezza: la terra e il cielo”. Alle ore 11 Antonello Sanna, preside della facoltà di Architettura di Cagliari ne parlerà con Salvatore Settis. Al centro della riflessione, la bellezza del paesaggio e quello della salvaguardia ambientale. Dopo il dibattito pubblico si riprende al pomeriggio (ore 15 con il dialogo tra Vito Mancuso

e Pierpaolo Ceccarelli.

Due gli appuntamenti decentrati. Il primo è il 1 maggio al teatro Elettra di Iglesias con Gherardo Colombo e Roberta De Monticelli e il 3 maggio alla Comunità la Collina con Vito Mancuso che presenterà “Il principio passione”. Tutto su www.festivaldifilosofia.it

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community