premio nazionale montiferru

Olio sardo, solo una menzione Vince l’extravergine pugliese

SENEGHE. Il fruttato dell’azienda agricola algherese di Giuseppe Fois si è aggiudicato la menzione d’onore come miglior olio extravergine sardo all’edizione 2014 del premio Nazionale Montiferru. Col...

SENEGHE. Il fruttato dell’azienda agricola algherese di Giuseppe Fois si è aggiudicato la menzione d’onore come miglior olio extravergine sardo all’edizione 2014 del premio Nazionale Montiferru. Col fruttato intenso l’azienda di Alghero aveva vinto il primo premio all’Ercole Olivario di Spoleto. Ma dopo l’azienda Fois c’è il deserto. Le cause della debacle degli oli sardi, secondo gli esperti convenuti a Seneghe, assente il neo assessore all’agricoltura Elisabetta Falchi, sarebbero molte. A cominciare da una carente gestione e controllo di tutta la filiera durante le fasi lavorative compresa quella, delicatissima, dell’estrazione dell’olio. Ma a determinare in negativo la qualità di gran parte degli extravergini sardi sono state le condizioni climatiche avverse.

Un’altra nota dolente è la scarsa attenzione delle istituzioni politiche verso il premio, giunto alla ventunesima edizione: «Senza un intervento finalizzato alla sua promozione – è stato detto – rischia di scomparire». E per intervento migliorativo si intendono finanziamenti e promozione. Infine, sono in molti a chiedersi come mai gli oli sardi vincono fuori dall’isola, mentre in Sardegna ottengono solo qualche menzione. La risposta, secondo gli organizzatori del premio (costituito dal comitato composto da Camera di Commercio, Comune di Seneghe, Provincia di Oristano e le agenzie regionali Agris e Laore) sarebbe

da ricercarsi nei criteri di produzione e nella mancanza di un adeguato controllo della filiera.

I premi stabiliti dalla giuria presieduta dal capo panel Pier Paolo Arca sono andati alla Toscana, alla Puglia, alla Campania e alla Sicilia, mentre nella sezione internazionali, alla Spagna.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller