Il sindaco Giovannelli «Chance per tutti»

OLBIA. Il sì al San Raffaele Olbia lo aspettava da anni. O, meglio, da decenni. Un’attesa senza fine che iniziava a scoraggiare anche i più ottimisti. Ieri la firma tra Qatar, curatori fallimentari...

OLBIA. Il sì al San Raffaele Olbia lo aspettava da anni. O, meglio, da decenni. Un’attesa senza fine che iniziava a scoraggiare anche i più ottimisti. Ieri la firma tra Qatar, curatori fallimentari e banche ha scacciato le tante nubi che sembrava si fossero addensate sull’operazione. Un pessimismo che, però, non aveva mai contagiato il sindaco Gianni Giovannelli, che, anzi, in queste settimane non aveva smesso un attimo di lavorare per arrivare al sì finale.

«Per Olbia è una grandissima giornata – afferma il primo cittadino -. Questa notizia la aspettavamo da troppo tempo, troppi decenni, ma finalmente è arrivata. Merito del grande lavoro di squadra tra istituzioni. Il Comune, la Regione, il governo. Ognuno di noi ha fatto la propria parte. Tutti abbiamo sostenuto con grande determinazione e unità l’intero percorso. La giunta e il consiglio comunale hanno preso ogni provvedimento all’unanimità. Un segnale che gli investitori hanno apprezzato: loro ricercavano certezze e dinamicità di azione e si sono trovati di fronte un’amministrazione che non ha perso tempo in lungaggini e contrapposizioni».

Giovannelli, dunque, fa un plauso generale a tutte le parti, ma senza dimenticare di sottolineare “il ruolo svolto dal Ceo Lucio Rispo, dal sottosegretario Graziano Delrio, dal governatore Francesco Pigliaru e soprattutto dal parlamentare Gian Piero Scanu, da sempre in prima linea per il Mater Olbia. «Tutti insieme abbiamo lottato per arrivare a questa giornata senza lasciare nulla di intentato – prosegue – Ci siamo mossi sottotraccia anche per debellare i non pochi detrattori dell’operazione. E tutti insieme ci siamo riusciti». Per Giovannelli, comunque, l’apertura dell’ex San Raffaele non sarà un’opportunità solo per Olbia, ma per l’intera Sardegna.

«Tutta l’isola potrà godere vantaggi – conclude il sindaco –. Non solo un’offerta sanitaria di eccellenza che andrà ad affiancarsi al pubblico, ma anche una grande opportunità per la ricerca. E, quindi, per l’occupazione: sia per le professionalità ospedaliere sia per

le imprese coinvolte, che mi auguro siano in gran parte del nostro territorio». «Il sì all’ospedale è una grande notizia sotto tutti punti di vista – è la conclusione – Perché sarà un’opportunità che porterà un po’ di serenità a un territorio che ultimamente ne ha avuto davvero troppo poca».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller