Serve un cemento speciale che nessuno produce più: prevista una spesa di 5 milioni

Tra i tanti incidenti di percorso della diga di Cumbidanovu c’è stato anche il problema dei materiali necessari alla costruzione, a cominciare dal cemento: un tipo speciale, a basso calore di...

Tra i tanti incidenti di percorso della diga di Cumbidanovu c’è stato anche il problema dei materiali necessari alla costruzione, a cominciare dal cemento: un tipo speciale, a basso calore di idratazione, utilizzato appunto per realizzare dighe. Il problema è che in Italia non lo produce più nessuno, proprio perché non si costruiscono più dighe (quella di Orgosolo al momento è l’unica in fase di realizzazione in Italia). E di quel particolare cemento Cumbidanovu ne ha bisogno in quantità, come si legge nella scheda tecnica dell’opera: la capacità totale dell’invaso sarà infatti di 13,32 milioni di metri cubi, lo sviluppo del coronamento di 227 metri, l’altezza massima di 72 e il volume di calcestruzzo gettato sarà pari a 303.297 metri cubi. Il problema è stato risolto attivando una specifica

linea di produzione all’Italcementi di Samatzai, dopo una richiesta di preventivi a livello internazionale che ovviamente tenessero conto dei trasporti nell’isola. Solo questa operazione, dicono al Consorzio di bonifica della Sardegna centrale, ha avuto un costo di cinque milioni di euro.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller