regione

Via ai micro appalti, 70 milioni di euro a 101 comuni

La giunta assegna fondi immediatamente spendibili per cantieri che dovranno essere aperti in tempi brevissimi

CAGLIARI. Settanta milioni di euro per 101 Comuni.  La Regione assegna fondi europei Fesr 2007-2013 per progetti in fase definitiva che dovranno andare in appalto entro un mese mentre le opere dovranno essere tutte consegnate entro il 30 settembre di quest'anno. Micro appalti, dunque, e tempi brevi, dunque, che _ secondo la giunta regionale _  consentiranno di rimettere subito in moto l'economia dell'isola creando alcune centinaia di nuovi posti di lavoro.

Il bando, approvato in giunta il 25 novembre scorso e pubblicato il 3 dicembre con scadenza al 31 gennaio, ha ricevuto finora 482 domande per un totale di 232 milioni di euro, presentate da 255 Comuni e 7 fra Consorzi, Unioni di Comuni e Commissari delle Province.

"Il successo del bando - dice l'assessore della Programmazione e del Bilancio Raffaele Paci - ci dimostra che avevamo ragione a sperimentare una strada nuova puntando su un bando a sportello per provare a salvare soldi europei che altrimenti sarebbero andati perduti e dare così subito una sferzata alla nostra economia. Siamo partiti con 20 milioni, dopo due giorni viste le tantissime richieste abbiamo raddoppiato a 40 e oggi stiamo erogando 70 milioni. E chi è rimasto fuori potrà rientrare nei bandi successivi su cui stiamo già lavorando: abbiamo dunque  dimostrato di poter lavorare bene insieme ai Comuni, con più assessorati, su più linee di azione ma con un'unica regia con l'obiettivo di spendere presto e bene i fondi europei e dare risposte certe e rapide ai territori".

I progetti finanziati riguardano risparmio energetico, dissesto idrogeologico, itinerari culturali, salvaguardia del patrimonio architettonico e riqualificazione dei centri minori.

La provincia di Oristano conta il numero più alto di Comuni finanziati, 28 per un totale di 14 milioni e mezzo. Seguono Sassari (22 per 19,8 milioni), Nuoro (15 per 8 milioni), Cagliari (14 per 10,8 milioni), Ogliastra (9 per 14,5 milioni), Medio Campidano (6 per 4,9 milioni), Carbonia Iglesias (5 per 4,8 milioni) e Olbia Tempio (2 per 1,6 milioni).

L'importo più corposo, 44 milioni di euro _ spiega la Regione _, finanzierà interventi di risparmio ed efficienza energetica; 10,2 milioni andranno alla riqualificazione e valorizzazione dei centri minori, 8,9 agli interventi contro il dissesto idrogeologico, 3,8 al recupero architettonico e 3,1 alla valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale.

"Questo _ aggiunge l'assessore dei lavori pubblici Paolo Maninchedda _ è solo un primo ma importantissimo passo verso l'approccio che il presidente Pigliaru aveva detto di voler avere con i fondi europei, ovvero bandi multilinee e multifondo  Questo bando ha avuto successo ben oltre le aspettative, il che dimostra che i Comuni hanno

imparato bene a fare progettazione definitiva, ad andare oltre il preliminare. Sicuramente, la carta vincente è stata riuscire a incrociare perfettamente le richieste degli enti eocali sardi con l'offerta della Regione, è la risposta più corposa è arrivata dai Comuni di piccole dimensioni".

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller