Poste: «Uffici riorganizzati senza tagli al personale»

L’azienda conferma chiusure (a Cagliari e Cortoghiana) e razionalizzazioni «Resta la presenza capillare sul territorio, tutti i dipendenti saranno ricollocati»

SASSARI. Non tagli indiscriminati, ma «interventi di rimodulazione». Che «manterranno sostanzialmente inalterata la presenza capillare di Poste Italiane sul territorio» della Sardegna. Così l’azienda risponde alle critiche e alle preoccupazioni provenienti da tutta l’isola – anche con un’interpellanza firmata da tutti i capigruppo in consiglio regionale – per la chiusura di due uffici (Cagliari-Pirri e Cortoghiana) e per il ridimensionamento del servizio in 14 centri (Romana, Ardara, Cheremule, Nughedu San Nicolò, Esporlatu, Borutta, Modolo, Ballao, Nurallao, Pauli Arbarei, Genuri, Turri, Tuili e Ozieri).

Montagna. «Il piano di rimodulazione degli uffici – si legge in una nota di Poste Italiane – è stato definito in conformità con il vigente contratto di programma e con la normativa che stabilisce particolari garanzie per i Comuni caratterizzati da una natura prevalentemente montana del territorio, dalla scarsa densità abitativa o per i Comuni delle isole minori in cui sia presente un unico presidio postale. In Sardegna gli interventi previsti dal piano di rimodulazione confermano la vocazione sociale dell'azienda e puntano parallelamente a migliorare i servizi di rete con l'obiettivo di garantire un servizio complessivo sempre più efficiente e coerente con la domanda dei cittadini».

Competenze. Non ci saranno – sostiene l’azienda – ripercussioni sull’organico complessivo di Poste Italiane nell’isola: «Il personale degli uffici postali inclusi nel piano di rimodulazione verrà opportunamente collocato in altre sedi del medesimo ambito territoriale, assumendo compiti in coerenza con le proprie competenze. Per i dipendenti ricollocati saranno inoltre studiati specifici programmi di formazione e valorizzazione al fine di garantire loro un percorso di crescita professionale, mantenendo inalterato il numero dei posti di lavoro».

Clientela occasionale. Confermata la chiusura di due uffici: Cagliari 14 (ad oggi operativo nei locali del centro commerciale di via Dolianova a Pirri) e l'ufficio di Cortoghiana: «L'ufficio di Cagliari 14 ha un bacino di clientela occasionale ed effettua prevalentemente operazioni di pagamento di bollettini, un servizio che peraltro in città può essere richiesto dai cittadini anche a domicilio grazie al “postino telematico”. Cortoghiana è invece una delle frazioni del comune di Carbonia dove Poste Italiane è presente con ulteriori 4 uffici postali: a Carbonia, in piazza Rinascita e via Dalmazia, a Serbariu e a Bacu Abis».

Offerta. Poste Italiane sostiene che i restanti 14 uffici postali inseriti nel piano di rimodulazione saranno «solamente razionalizzati e pertanto continueranno ad essere a disposizione dei cittadini, conservando l'intera offerta di prodotti e servizi. In Sardegna, quindi saranno 438 gli uffici postali che continueranno a garantire la presenza di Poste Italiane nei 377 comuni della Regione. Nell'isola, Poste Italiane mette a disposizione dei cittadini anche 225 Sportello Amico con i quali l'azienda si propone come sportello avanzato della pubblica amministrazione offrendo alla clientela una molteplicità di servizi in modalità multicanale».

Postini telematici. Insomma, mentre sindacati, utenti e sindaci contestano la riorganizzazione dei servizi in alcuni centri già pesantemente colpiti dai tagli delle pubbliche amministrazioni, mentre i capigruppo in consiglio regionale sollecitano il presidente Pigliaru e l’assessore Erriu a «un intervento tempestivo con Poste Italiane», l’azienda, a suon di numeri, sostiene di offrire un servizio di qualità: «Nella provincia di Cagliari sono operativi 92 uffici postali, nel Sulcis Iglesiente ce ne sono 30 e nel Medio Campidano 26. Nelle province di Nuoro e Ogliastra, sono presenti rispettivamente 58 e 26 uffici postali mentre nella storica provincia di Sassari, caratterizzata per la sua estensione, Poste Italiane è presente con 84 uffici postali nella provincia sassarese e 38 nella Gallura. Nella provincia di Oristano, caratterizzata dalla presenza di comuni anche piccolissimi (a Baradili dai dati Istat di gennaio 2014 risultano 87 residenti), sono presenti 84 uffici postali. Inoltre, in 239 località della Sardegna è ormai da tempo operativo il postino telematico, ovvero i portalettere dotati di palmare che permettono al cliente di effettuare una serie di operazioni sia postali che finanziarie direttamente a domicilio. Un piccolo ufficio postale itinerante, abilitato ad accettare il pagamento di varie tipologie di bollettini, a effettuare

spedizioni di posta raccomandata e ad una molteplicità di ulteriori servizi che fanno parte dell'offerta tradizionale degli uffici postali». E la maggior parte delle località interessate dalla rimodulazione – precisa Poste Italiane –,«compresa Cortoghiana, è servita dal postino telematico».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller