trasporti

Metro, Cossa attacca la Regione

«Sestu ha 20mila abitanti, ma viene tagliata fuori dal servizio»

SESTU. Dall'inaugurazione del prolungamento verso il Policlinico la metropolitana leggera sta aumentando di giorno in giorno passeggeri trasportati, al punto tale da giustificarne un'estensione dell'orario alla fascia notturna, ma è quasi tutta utenza da Cagliari e Monserrato verso il Policlinico, la maggioranza dei pendolari sestesi infatti continua a muoversi in auto. La navetta Policlinico - Sestu - Corte del Sole passando nei soli giorni feriali, con frequenza di un ora e neanche a tutte le ore non basta a far cambiare le abitudini. Inoltre sui tram, o alle fermate non ci sono informazioni sulla navetta e sui suoi orari. Questo e altro ha dichiarato Michele Cossa dei Riformatori nella conferenza stampa organizzata all’indomani dell’inaugurazione del prolungamento del metro per il policlinico universitario. «Per un comune di più di 20mila abitanti come Sestu è necessario attivare il servizio navetta promesso all'inaugurazione del prolungamento del tram, e che questo abbia una frequenza di almeno 20 minuti e non di 40 nelle ore non di punta come annunciato ieri dall'assessore regionale ai Trasporti Massimo Deiana. Anche i comuni di Sestu e Maracalagonis stanno ancora

aspettando l'inaugurazione del servizio navetta verso la stazione metro di Settimo San Pietro. Se i fondi Arst non bastano - ha detto Cossa – è opportuno tagliare le ingenti spese dell'Arst che non riguardano il trasporto. Come il milione e 300mila euro l’anno per gli uffici di via Posada».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community