Bambini e adulti salvati dalle onde

ARBUS. Cinque bagnanti in difficoltà nel mare ancora agitato per il maestrale dei giorni scorsi, sono stati soccorsi e salvati in differenti circostanze dai bagnini del servizio di salvamento dell’ass...

ARBUS. Cinque bagnanti in difficoltà nel mare ancora agitato per il maestrale dei giorni scorsi, sono stati soccorsi e salvati in differenti circostanze dai bagnini del servizio di salvamento dell’associazione “Mitza” .

Fra le persone travolte dalle onde e a serio rischio di essere risucchiate dalla corrente, un bimbo di soli tre anni che giocava in riva e due fratellini di 12 e 13 anni che facevano il bagno nel punto in cui si infrangevano le onde. Salvati anche una donna e un anziano uomo. Primo intervento di salvataggio a Pistis, dove i bagnini Marco Vinci ed Enrico Caria (che già nei giorni scorsi avevano salvato tre bagnanti) hanno soccorso Silvia Magario, 47 anni, di Arborea, raggiunta fra le onde che la stavano trascinando al largo grazie all’uso delle tavole da surf, strumento diventato determinante e indispensabile nelle operazioni di soccorso. Poco più tardi, gli stessi bagnini hanno recuperato e messo in salvo due fratellini di Carsoli, in provincia dell’Aquila, travolti dalle onde a pochi metri dalla battigia. Sempre a Pistis è stato infine soccorso e riportato a riva Antonio Berria, 72 anni di Masullas. A Piscinas, invece, il personale della postazione di salvamento

della “Mitza” è tempestivamente intervenuto per strappare alla forte risacca un bimbo di tre anni che giocava in riva ed è stato travolto e risucchiato dalle onde. Ancora una volta i bagnini sono dovuti intervenire per l’incoscienza dei bagnanti che si avventurano in mare. (Luciano Onnis)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller