Time in Jazz c’è anche a Sassari

Live mattutini di Lars Daniellson in coppia con John Parricelli, Dalla Porta, Maltana e Paolo Fresu

SASSARI. A una manciata di settimane dalla partenza, Time in Jazz torna a Sassari in extremis, dopo essere considerato “out” solo pochi giorni fa. Il miracolo è arrivato al fotofinish per volontà e la collaborazione tra festival e comune che ha deciso di rinnovare l’appuntamento della “coda” del festival berchiddese – giunge stavolta alla nona edizione – anche se il programma è differente da quello inizialmente previsto.

I concerti tornano così in città dal Monte D’Accodi (dove erano previsti) e si terranno nella fascia mattutina anzichè in quella serale. Attenzione ai protagonisti si tratta di fior di musicisti, come il contrabbassista Lars Danielsson e il chitarrista John Parricelli. Due star del jazz contemporaneo, ben affiatati protagonisti del primo live alle 12 di lunedì 17 nella piazza del Comune.

Lars Daniellson, contrabbassista, ma anche pregiato violoncellista e compositore è stimatissimo per la sua particolare vena melodica e il groove. Fondatore di un quartetto con Dave Liebman, sassofonista, il pianista Bobo Stenson e il formidabile drummer Jon Christensen è uno dei jazzisti più in vista del jazz nordico e star dell’etichetta Sct per la quale ha inciso diversi album. Gli ultimi dei quali (dal 2009) in compagnia proprio con il chitarrista Parricelli, una delle stelle del firmamento jazz britannico, stimato per la sua classe e il profondo amore per il blues e l’improvvisazione.

L’indomani è invece il turno , stesso orario e stessa location del duo dei Bassi alati, cioè l’algherese Salvatore Maltana e Paolino della Porta uno dei migliori contrabbassisti in circolazione in Italia. Ai due si aggiungerà come special guest al flicorno e alla tromba nientemento che il patron del festival Paolo Fresu.

Tornando a Time in Sassari, il calendario si completa con i set serali, sempre nelle giornate di lunedì e martedì, 17 e 18 agosto. Lunedì alle ore 18 alla Comunità “Mondo X” di Siligo concerto di piano solo di Silvia Corda in “Music for Toy instrument”. Nell’area archeologica di Museddu vicino Cheremule torna alle 21,30 il contrabbassista Lars Danielsson con il New quartet per presterare “Liberetto II”. Con i Rad Trads, coinvolgente brass band di New York, l’appuntamento è per la sera successiva al Giardino degli Aranci di Sorso a partire dalle ore 21,30.

Ed ecco qualche variazione dal cartellone principale di Time in jazz. Il concerto dlela formazione dei Mof, gruppo selezionato dall’associazione dei musicisti italiani per il progetto “We insist”, di scena la mattina di domenica 9, programmato inun primo tempo a Budoni si trerrà nello stagno della pescheria di San Teodoro. Cambio anche per il solo di Enrico Merlin programmato per il 10 mattina a Ittireddu è dirottato alle domus de janas di Partulesi. Viene invece anticipato di cinque giorni l’appuntamento in programma al Museo del Vino di Berchidda. Al centro l’incontro con il giornalista e critico musicale americano Ashley Kahn che presenterà il suo recente volume intitolato “Suono universale, la mia vita”, autobiografia dle chitarrista Carlos Santana di cui è coautore assieme

ad Hal Miller. L’incontro si farà al Centro Laber martedì 11 alle 19,30. Continua la vendita di biglietti e abbonamenti per i concerti di piazza del Popolo. Sono: il 12 con Kenny Barron e Dave Holland, seguito da Nguyen Le. Il 13 Manu Katchè e Louis Moholo, il 14 Danish trio di Stefano Bollani.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community