Birra, la bionda che fa girare la testa ai sardi: consumo record nell’isola

Secondo Assobirra gli abitanti della Sardegna bevono 61,7 litri a testa, la media nazionale è di 29,2

CAGLIARI. I sardi sono i più assidui consumatori di birra in Italia. L’isola ha il primato di litri di bionda scolati per abitante. Ogni sardo beve 61,7 litri all’anno. Bambini e anziani compresi. Quasi il doppio rispetto alla media nazionale, che non supera i 30 litri a testa. I dati arrivano da Assobirra che spiega anche i motivi del successo delle bionde nell’isola.

La Sardegna è un’anomalia nel panorama dei consumi di birra in Italia, che è il paese in cui si ha la quota pro capite più bassa d’Europa: 29,2 litri contro una media europea di quasi 80 litri e punte superiori ai 100 in Repubblica Ceca. Assobirra spiega i motivi del successo con una stagionalità più estesa nell’isola. In Italia la birra si beveva una volta solo d’estate e in Sardegna la bella stagione dura di più. Il fatto che i sardi abbiano iniziato a considerarla bevanda da pasto prima del resto del Paese e ad apprezzarne gli abbinamenti con il pesce per esempio è un altro fattore che ha determinato il boom dei consumi nell’isola. La ricerca Doxa-AssoBirra indaga stili di vita e abitudini degli italiani nel fine settimana e rivela che la birra è la bevanda preferita delle cene fuori casa del sabato,

con il 39% delle preferenze e punte del 48% tra i quarantenni. Bevono birra 6 donne su 10, il 70% del consumo avviene a tavola. Secondo la ricerca l'informalità, la compagnia degli amici e il consumo a pasto sono le caratteristiche trasversali del consumo di birra durante i fine settimana.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro