Scivu, tre in trappola su uno scoglio

Salvati con l’elicottero due turiste e un bagnino trascinati dalla corrente

ARBUS. Stavolta gli “angeli azzurri” del salvamento a mare sono arrivati anche dal cielo. Impegnativa operazione di soccorso marino nella località balneare di Scivu, nella costa di Arbus, dove ieri pomeriggio due bagnanti e il bagnino della spiaggia, intervenuto in soccorso delle prime trovatesi in grande difficoltà mentre facevano il bagno fra le onde del mare agitatissimo, sono riusciti a rifugiarsi su uno scoglio davanti al tratto di mare di Pischeredda dopo essere stati trascinati dalla corrente. Fallito il tentativo dell’imbarcazione della Guardia costiera di Oristano che non si è potuta avvicinare più di tanto allo scoglio per imbarcare i tre “naufraghi”, è intervenuto l’elicottero dei vigili del fuoco del comando provinciale di Cagliari che, con non senza difficoltà e ripetuti tentativi andati a vuoto a causa del fortissimo vento di maestrale, è riuscito a issare a bordo bagnino e bagnanti (due turiste) e metterli in salvo. Una delle due bagnanti, quella con principio di annegamento, è stata portata direttamente con lo stesso elicottero dei vigili del fuoco all’ospedale San Martino di Oristano. Le sue condizioni non sarebbero gravi. L’allarme è scattato intorno alle 16. Due bagnanti, nonostante le proibitive condizioni del mare e la presenza in spiaggia delle bandierine rosse di pericolo, hanno voluto ugualmente fare il bagno. Ben presto sono state risucchiate dalle onde

e trascinate di qualche metro al largo. In loro aiuto è accorso il bagnino ma tutti e tre sono finiti sugli scogli di Pischeredda, riuscendo a salire su uno delle grandi rocce affioranti. Dopo un tentativo con un gommone d’alto mare giunto a Scivu, i tre sono stati salvati con l’elicottero.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller