L'allarme maltempo per ora sembra rientrato nell'isola

Piove in diverse zone della Sardegna, ma senza i danni temuti dopo che la Protezione civile aveva diramato l'avviso di «criticità rossa» per rischio idrogeologico. Scuole chiuse a Cagliari ed altri centri

Sembra rientrata per ora l'allerta maltempo scattata ieri sera, domenica 27, dopo che la Protezione civile aveva segnalato «criticità rossa» per rischio idrogeologico nelle aree centrali e sud occidentali nell'isola. Fino a domani, martedì 29, è prevista pioggia sulla Sardegna, ma quella caduta finora non ha provocato i danni temuti, soprattutto nel Cagliaritano, dove nel capoluogo e in diversi altri Comuni le scuole sono rimaste chiuse.

leggi anche:

L'episodio più grave resta quello di ieri sera in Baronia, dove un nubifragio ha provocato allagamenti a Posada, Torpè e La Caletta.

Oggi le scuole di Cagliari, Quartu Sant’Elena e di altri centri della provincia, oltre che del Medio Campidano e del Sulcis-Iglesiente, sono chiuse per disposizione dei rispettivi sindaci, a causa dell’allerta meteo di criticità elevata dichiarato ieri sera dalla Protezione civile della Sardegna per l’intera giornata di oggi.

Il sindaco del capoluogo Massimo Zedda ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado. Stamane
Cagliari e l’area vasta si sono svegliate sotto la pioggia, ma finora non si registrano particolari emergenze. Anche alla Cittadella universitaria di Monserrato l’ateneo di Cagliari ha deciso di sospendere tutte le attività e ieri sera ha invitato docenti, studenti e personale tecnico-amministrativo a non raggiungere il posto di lavoro.

Negli altri poli universitari di Cagliari, invece, sono sospese le attività didattiche e le lauree: professori e impiegati possono raggiungerli a meno che le condizioni meteo non impediscano gli spostamenti o il personale incontri difficoltà familiari causate dal fatto che i figli non possono andare a scuola.

leggi anche:

A causa del codice rosso per le aree dell’Iglesiente, Campidano, Montevecchio-Pischilappiu e Tirso,  hanno disposto la chiusura delle scuole anche i primi cittadini di Selargius, Quartucciu, Sestu, Sinnai, Carbonia,
Iglesias, Guspini, Gonnesa, San Gavino Monreale, Pula, Capoterra, colpita dalla tragica alluvione del 22 ottobre 2008, costata la vita a cinque persone, alcune delle quali sorprese dal nubifragio mentre si spostavano in auto.

 

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community