meteo

Maltempo, l'allerta per la Sardegna sale di livello: ora è «codice rosso»

In arrivo il ciclone mediterraneo, l'avviso della Protezione civile esteso all'intera isola. Scuole chiuse a Sassari, Olbia, Nuoro e in molti centri dell'isola

In Sardegna è salita al massimo livello l’allerta per rischio idrogeologico preannunciata dalle 12 di oggi, mercoledì 30, fino alla stessa ora di venerdì 2 ottobre.

Il bollettino di criticità aggiornato stamane dal Centro funzionale decentrato della Protezione civile regionale ha anche esteso all’intera isola l’avviso diffuso ieri sera, inizialmente con un codice arancione per un rischio di moderata criticità, per l’arrivo di abbondanti piogge e temporali annunciati dai meteorologi.

Quella di oggi è la seconda allerta con codice rosso lanciata nell’isola questa settimana, dopo quella scattata lunedì, ma poi rientrata dopo che la perturbazione attesa si è scaricata in mare.

Scuole. Il sindaco di Sassari e i colleghi di molti centri stanno ordinando la chiusura delle scuole. A cominciare da Olbia , dove è ancora viva la memoria del disastro del 18 novembre 2013, Nuoro e Quartu Sant'Elena. Chiusa anche l'Università di Cagliari.

Ospedali. Sono sospese nelle strutture delle Asl di tutta la Sardegna le visite mediche ordinarie a causa dell’allerta meteo. I cittadini sono invitati a non presentarsi nelle strutture ospedaliere se non per le emergenze. L’ha comunicato stasera l’assessore regionale alla Salute Luigi Arru durante una conferenza stampa convocata d’urgenza nel palazzo della Regione per fare il punto sulla macchina organizzativa della Protezione civile in campo per fronteggiare l’allerta di codice rosso diffusa nella tarda mattinata.

Il ciclone in arrivo visto dal...
Il ciclone in arrivo visto dal satellite (Informazioni elaborate dal Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare e pubblicate sul sito www.meteoam.it”)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community