Quattromani, la collezione Primavera

I due stilisti Massimo Noli e Nicola Frau si ispirano all’universo di Edina Altara

CAGLIARI. Reminiscenze déco e suggestioni oriental. È l'universo onirico dell'artista sassarese Edina Altara il punto di partenza per la collezione Primavera-Estate 2016 di Quattromani che si snoda attraverso un ricco e singolare mélange stilistico, un omaggio alla passione dell'illustratrice sarda per l'ornamento rococò e ai suoi originali collage, riletti attraverso giochi di volumi e consistenze che danno luogo a una femminilità sofisticata e vibrante.

Quattromani è il duo composto dagli Massimo Noli, di Ovodda, e Nicola Frau, di Gonnoscodina, che dopo anni di lavoro individuale decidono di unire forze, idee, coraggio e voglia di creare, dando vita a un progetto di moda unico. Quattromani è collaborazione, scambio di idee, una sonata al pianoforte, aiuto reciproco e anche le prime sillabe dei nomi dei due stilisti. «Abbiamo frequentato – spiegano Noli e Frau – la stessa scuola di moda, abbiamo entrambi avuto la possibilità di fare una esperienza da Les Copains; poi le nostre strade si sono divise per seguire dei progetti e lavori diversi. Dopo alcuni anni ci siamo ritrovati sempre a scuola, a Cagliari, ma stavolta come insegnanti, condividendo il desiderio di creare un progetto comune in cui far confluire idee e ispirazioni, qualcosa che rispecchiasse la nostra idea di stile. Così Quattromani ha preso vita».

La maglieria e le lavorazioni a telaio tornano a testimoniare l'approccio contemporaneo applicato alla tradizione tessile sarda, con body, mini skirt e tank top dalle linee skinny, che diventano più morbide nei capispalla: micro giacche e soprabiti, oltre all'immancabile parka dal mood tecno-sporty. La silhouette, fluttuante e vaporosa nei long dress e nelle bluse impalpabili, si fa più affusolata negli abiti al ginocchio e nelle pencil skirt ed è enfatizzata da campiture di colore pieno, protagonista assoluto della collezione insieme ai motivi all print disegnati per Quattromani da Berenice La Ruche.

«Durante la realizzazione delle illustrazioni per la collezione Quattromani 2016 – spiega La Ruche – sono stata guidata da molteplici ispirazioni: i fiori di ciliegio, le rondini,

lo Stile Liberty e le opere di Edina Altara, artista a cui sono profondamente legata. Dall'unione di questi quattro ingredienti è nato un mondo delicato e onirico, abitato da una signorina assorta nei propri pensieri dalla cui chioma spuntano, in egual misura, cascate di fiori e nuove idee».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller