Scontro frontale, due morti e un ferito

Tragedia al bivio di Ussana: a perdere la vita marito e moglie originari di Suelli, gravissima una donna di 29 anni

USSANA. Ancora croci nella strada statale 128, nei pressi del bivio per Ussana. A perdere la vita in un incidente stradale avvenuto ieri mattina poco prima delle 8,30 sono stati Giorgio Mateddu, un ex ferroviere, e Giovanna Fenu, di 73 e 72 anni, coniugi pensionati entrambi originari di Suelli e residenti a Cagliari, in via Bernini, dove si erano trasferiti per motivi di lavoro. I due viaggiavano a bordo di una Volkswagen Polo condotta dall’uomo in direzione di Senorbì. Si stavano recando a Suelli dove possedevano una casa nella via Mazzini, nel pieno centro storico: nel paese d’origine tornavano ogni fine settimana e nei ponti festivi. Ieri avevano un appuntamento con alcuni parenti, con i quali sarebbero dovuti andare a raccogliere le olive. In un tratto di rettilineo la Volkswagen si è scontrata con la Fiat 500 condotta da Vanessa Sollai, una operaia di 29 anni di Pimentel che pare fosse diretta al lavoro e procedeva in direzione di Cagliari.

Scontro frontale. La donna per cause ancora in via di accertamento avrebbe perso il controllo dell’auto che dopo aver invaso la corsia e si è scontrata frontalmente con quella dei due coniugi che procedeva in direzione opposta. L’urto è stato violentissimo tanto che le auto sono state ridotte ad un ammasso di lamiere. La Volkswagen Polo è stata catapultata sul cordolo della carreggiata mente la Fiat 500 ha arrestato la marcia al centro della strada. Gli occupanti delle due auto, rimasti imprigionati all’interno degli abitacoli, sono stati liberati dai vigili del fuoco allertati da alcuni automobilisti che increduli hanno assistito alla tragedia, Ad avere la peggio sono stati i due coniugi che sono morti quasi contemporaneamente poco prima che arrivassero i mezzi di soccorso, quattro ambulanze del 118. La ragazza dopo essere stata stabilizzata è stata adagiata sulla lettiga di un’autoambulanza che si è diretta a tutta velocità all’ospedale Brotzu di Cagliari dove è stata ricoverata in rianimazione. Le condizioni di Vanessa Sollai sono disperate, i medici si sono riservati la prognosi. La sua vita è appesa a un filo.

Parenti e amici sotto choc. Nel luogo dell’incidente sono arrivate subito tante persone. Parenti, amici delle vittime, tutti visibilmente commossi, e tanti curiosi. La statale 128 è rimasta bloccata per alcune ore, sino alla rimozione delle salme. Pesanti disagi per gli automobilisti in genere ed in modo particolare per i pendolari. Il traffico poi è stato dirottato sulla provinciale 9 per Ussana e da lì sulla 131.

Le cause. Non si esclude che Vanessa Sollai sia stata colta da malore o sia stata abbagliata dal sole. Sulla carreggiata non sono stati rilevati segni di frenata. I rilievi di legge sono stati effettuati dai carabinieri della compagnia di Dolianova e della stazione di Monastir coordinati dal capitano Gabriele Porta e dal maresciallo Furio Tripicchio. Le salme poco prima di mezzogiorno sono state rimosse e consegnate ai familiari per le esequie. Il pm Emanuele Secci ha disposto il sequestro di entrambi i mezzi coinvolti nell’incidente.

Paese in lutto. La tragedia ha provocato grande commozione e cordoglio a Suelli, il paese d’origine delle due vittime «La coppia pur essendo residente da diversi anni a Cagliari – sottolinea il sindaco Massimiliano Garau – era molto conosciuta e stimata. I coniugi Mateddu avevano infatti mantenere forti legami con il paese di

origine al quali si sentivano fortemente legati. A nome di tutta la comunità esprimo la vicinanza e la solidarietà ai figli e ai familiari tutti». Grande commozione e preoccupazione anche a Pimentel. «Preghiamo per Vanessa – dice il sindaco Alessandra Corongiu- speriamo tutti che ce la faccia».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community