Dramma che sconvolge due paesi

La donna era di Illorai, il marito Adriano Pilu è proprietario del salumificio di Bottidda

BOTTIDDA. Due paesi sotto choc per la tragedia in cui hanno perso la vita Antonella Galistu e il suo bimbo Davide, di appena 1 anno e 3 mesi. Bottidda, il paese in cui la famiglia Pilu-Galistu viveva, e Illorai, l’altro centro del Goceano di cui era originaria la giovane mamma. Un sorpasso azzardato sarebbe all’origine del terribile incidente stradale. L’auto guidata dalla donna si è scontrata con la Saab sulla quale viaggiavano i due cugini di Bono Giacomo Orritos e Rita Lisei. Lui, 24 anni, da tutti descritto come un bravo ragazzo, era alla guida. La famiglia è molto è molto conosciuta a Bottidda, Adriano Pilu è titolare del salumificio del paese. Antonella Galistu e Adriano Pilu erano sposati solamente dal 2012. Un anno e tre mesi fa la nascita di Davide, una gioia immensa per la coppia. Le immagini postate su Facebook, i sorrisi, gli abbracci, le feste in famiglia testimoniano la grande felicità da condividere con i parenti e con gli amici.

La famiglia Galistu era già nota ai fatti di cronaca per la recente scomparsa di un parente residente in provincia di Bologna, a Grizzana Morandi. Si tratta di Italo Galistu, noto come Franco, di settantasette anni. L’uomo era uscito di casa il pomeriggio del 6 dicembre per raccogliere un po' di muschio da mettere nel presepe: a pochi passi da casa, a Pioppe di Salvaro. Da quel momento l’uomo è sparito e non ha più dato notizie

di sè. DElla sua vicenda, che ha suscitato grande preoccupazione tra i parenti nell’isola, si è occupata anche la trasmissione tv “Chi l’ha visto”. Ora la tragedia, lo schianto che si è portato via Antonella e Davide. Un dramma che lascia senza fiato Bottidda, Illorai e l’intero Goceano.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community