Oggi i primi interrogatori di garanzia

Il 18enne sarà sentito al tribunale dei minori di Sassari, esame in carcere per gli altri due arrestati

SASSARI. Oggi alle 15 Paolo Pinna sarà sentito dal giudice durante l’interrogatorio di garanzia che si terrà nel tribunale dei minori di Sassari. Assisterà il suo legale di fiducia Agostinangelo Marras. Sempre oggi, di mattina, in carcere a Sassari saranno sentiti gli altri due indagati: Alberto Cubeddu e Antonio Zappareddu (quest’ultimo solo per la detenzione delle armi). Anche in questo caso sarà presente l’avvocato difensore Mattia Doneddu.

Gli inquirenti non si aspettano grandi rivelazioni dai due interrogatori. La posizione espressa attraverso i loro legali è molto chiara: «Siamo innocenti».

Gli investigatori, intanto, non hanno alcuna intenzione di fermarsi. Tutt’altro. Le indagini andranno avanti alla ricerca di ulteriori importanti prove che possano supportare le accuse in un’aula di tribunale. Ma, soprattutto, si cercherà Stefano Masala. «Dobbiamo trovarlo e ci impegneremo per farlo», hanno garantito. A differenza di quanto pensi ancora la famiglia dello scomparso, gli inquirenti cercheranno un cadavere. Se quanto ricostruito in conferenza stampa è vero, non è infatti possibile che Stefano possa essersi allontanato volontariamente. Aveva un impegno

di lavoro l’indomani, doveva andare a Cagliari. E per questo la sera del 7 doveva tornare presto a casa. Lo aveva scritto lui stesso nella chat di gruppo “Amici innamorati” di cui faceva parte e che era una sorta di sfogo: «Rientrerò massimo alle 23». Invece non è più tornato. (na.co.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community