Nell’isola 111 Comuni senza piano antincendio

Confermate le forze in campo con 3 Canadair, 11 elicotteri e 8mila uomini ma in molti centri non sono stati messi a punto i sistemi di difesa contro i roghi

CAGLIARI. L’esercito pronto a fronteggiare l’inferno di fuoco prende corpo. La Regione ha garantito che i Canadair nell’isola saranno 3. Ma i super aerei sono solo la punta di un arsenale che come ogni anno viene messo in campo da Stato e Regione. Oltre ai tre Canadair che avranno la base a Olbia ci saranno 11 elicotteri della flotta regionale, più un altro che mette a disposizione l’esercito e che ha la base a Elmas.

In aggiunta è pronto a intervenire un Bombardier 415 che è di stanza nel sud Europa ed è pronto a intervenire in casi di emergenza.

I Canadair. In realtà la campagna antincendi, che va dal 15 giugno al 15 settembre, inizierà con un solo aereo in servizio, che cresceranno nelle settimane.

Gli uomini. In campo ci sono 8mila uomini. I numeri li dà il direttore della Protezione civile regionale Graziano Nudda. «Ci saranno oltre 8mila uomini: mille forestali, 2500 di Forestas, 2800 delle organizzazioni di volontariato e le compagnie barracellari. Sono state fino a ora 92 le compagnie che hanno firmato la convenzione con la Regione. Si attende inoltre di siglare l'accordo definitivo con i vigili del fuoco per il potenziamento delle attività negli incendi di periferie e campagne a ridosso dei centri abitati». Proprio nei giorni scorsi il il comandante regionale dei vigili del fuoco, Silvio Saffioti aveva fatto il punto sulle forze in campo e sulle priorità.

L’emergenza. La Regione sembra essersi mossa in tempo per evitare la telenovela infinita dei Canadair, e sembra essere riuscita a sistemare anche gli uomini a terra. Anche se il caso dei barracelli non è del tutto chiuso.

Comuni indietro. Ma le forze sul campo sono solo una parte della attività indispensabile per affrontare la stagione dei fuochi senza finire all’interno dell’emergenza incendi. In Sardegna ci sono 107 Comuni che non hanno nessun tipo di piano di protezione civile. Ancora più preoccupante la situazione di 111 centri dell’isola che non hanno un piano di prevenzione incendi. I dati arrivano dal sito della Protezione civile regionale. Tra le amministrazioni che non hanno ancora presentato un piano antincendi ci sono anche Arzachena, Bari Sardo, Budoni, La Maddalena e Buggerru. Tra loro anche centri di dimensioni maggiori come Iglesias, Monserrato e Sestu. Sarà indispensabile in queste settimane che ci sia un cambio di passo da parte dei Comuni che non hanno ancora un piano.

Caso Forestas. La Regione mette fine anche al tormentone della nomina di Forestas. In serata arriva il comunicato

della giunta con la scelta definitiva. Giuseppe Pulina è stato nominato amministratore unico di Forestas, l’Agenzia forestale regionale per lo sviluppo del territorio e dell’ambiente.

La nomina è stata approvata dalla giunta presieduta da Raffaele Paci e avrà durata di cinque anni.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community