Valtur punta sull’isola «Perla da valorizzare»

Inaugurazione del Tanka Village di Villasimius sotto la nuova gestione Il finanziere Andrea Bonomi: siamo pronti a dare gambe a progetti di rilancio

INVIATA A VILLASIMIUS. Il 30 aprile il Fondo Investindustrial del finanziere Andrea Bonomi compra Valtur, che a sua volta aveva quasi vinto la corsa per affittare il Tanka Village di Villasimius e, 40 giorni dopo, cioè ieri, il resort affacciato sul mare è stato inaugurato con musica, danze e grandi discorsi. Il presidente di Valtur, Carlo Gagliardi, non ha avuto difficoltà a dire che si era rischiato di non farla, quest’anno, la festa dell’inaugurazione del Tanka e Andrea Bonomi ha raccontato che, una volta entrato in Valtur, «quando Carlo mi ha mandato le foto del villaggio, ho avuto paura». Il villaggio era in abbandono dall’ottobre 2015 e nei mesi a seguire è stato un succedersi di voci sul disarmo inarrestabile provocato dall’uscita del gestore Ata-Hotel e dal buio all’orizzonte sul nuovo gestore che Empam, l’Ente nazionale di previdenza dei medici proprietario del Tanka, diceva di voler cercare. Quasi alla fine di aprile, a un passo dall’inizio della stagione turistica, è esplosa la buona notizia dell’acquisto di Valtur da parte di un finanziere solido col gusto del fare impresa. Insomma, una buona notizia anche per Valtur, catena made in Italy di villaggi turistici, che dal 1997 ha attraversato più di un momento difficile. L’ingresso di Investindustrial ha letteralmente ridato vita al Tanka e «sta rimodellando anche gli altri 23 villaggi», come spiegava Lilli Maiolo, da 36 anni responsabile amministrativa di Valtur, che, chiamata anche lei sul palco, con schiettezza ha ringraziato la famiglia Bonomi «per aver creduto nella nostra avventura».

Il miracolo di riavviare materialmente il villaggio è stato riconosciuto ad Antonio Cavaletto direttore storico del resort e a Ciro Manzo, il nuovo direttore è Silvio Grilli, che ha girato il mondo, ma la sua prima stagione di lavoro la fece qui, al Tanka, nel 1989. Sul palco, sotto un sole estivo, Bonomi ha commentato: «Sono diverse le spinte che ci hanno portato fin qui. C’è un interesse vero sul progetto che stiamo portando avanti con Valtur e la Sardegna è una perla da valorizzare. La seconda spinta è che c’è gente capace che sa fare il proprio mestiere. Da noi arriva la capacità di investire e di aiutare a creare progetti di lunghissimo respiro». Il sindaco di Villasimius, Luca Dessì, ha ringraziato Investindustrial ma anche Empam: «Ci siamo parlati in una stanza per mezz’ora e hanno capito perfettamente le esigenze del nostro territorio e dopo è arrivato questo bel risultato».

Un’altra pioggia di ringraziamenti ai Bonomi è arrivato dalla sottosegretario del ministero delle Infrastrutture, Simona Vicari, già sindaco di Cefalù: «Vi ringrazio, voi siete consapevoli che il petrolio, in Italia, sono il turismo e la cultura. Grazie al vostro coraggio nell’investire gli operatori possono fare sistema, grazie a voi i nostri operatori possono diventare competitivi. Il terreno è fertile, sul web il brand made

in Italy è il più ricercato dopo Coca Cola e Visa». A proposito del Tanka, Carlo Gagliardi: «Apparentemente oggi si è inaugurato un villaggio turistico, ma nella realtà si sta inaugurando una fabbrica e da oggi si riavvia la produzione». Quattrocento stagionali ringraziano, loro più di tutti.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

IL SITO DI GRUPPO GEDI PER CHI AMA I LIBRI

Scrivere e pubblicare libri: entra nella community