Appiccava il fuoco dietro casa: arrestato

TERRALBA. Fosse accaduto in un altro momento, ferma restando la gravità del fatto, l’arresto di un (presunto) piromane sarebbe passato forse in secondo piano. Ma la concomitanza con gli eventi dei...

TERRALBA. Fosse accaduto in un altro momento, ferma restando la gravità del fatto, l’arresto di un (presunto) piromane sarebbe passato forse in secondo piano. Ma la concomitanza con gli eventi dei giorni scorsi, con migliaia di ettari percorsi dalle fiamme e un vasto territorio messo in ginocchio dall’azione dei piromani, ha sollevato l’attenzione anche dei cittadini. Ed è stato proprio un passante, ieri a Terralba, a intervenire e denunciare un giovane, M.T. di 29 anni, poi arrestato dai carabinieri di Terralba, con l’accusa di aver appiccato l'incendio a meno di 300 metri dall'abitazione della famiglia. È successo in una zona periferica della cittadina, in località S'Isca. T. M. è stato notato da un passante mentre appiccava il fuoco servendosi di alcuni depliant pubblicitari. Il passante è intervenuto, gli ha chiesto conto di quanto stesse facendo invitandolo a desistere, ma inutilmente. A quel punto, all’uomo non è rimasto altro da fare che andare in in caserma dai carabinieri e avvisarli di quanto stava accadendo. Nel frattempo sono stati chiamati i Vigili del fuoco di Oristano che hanno lavorato alcune ore per avere ragione delle fiamme, che, sospinte dal vento, hanno distrutto decine di ettari di macchia mediterranea.

Quando i carabinieri sono andati a casa sua, hanno trovato M.T. intento a lavarsi, forse per cancellare le tracce del suo operato.

L'uomo è stato quindi arrestato per incendio doloso e domani comparirà davanti al giudice per la convalida dell'arresto e il giudizio direttissimo.(si.se.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller