I porti del Nord Sardegna con il vento in poppa

Boom di passeggeri nei tre scali di Olbia, Porto Torres e Golfo Aranci: luglio super, agosto si annuncia eccellente

OLBIA. La moltiplicazione delle navi e dei passeggeri. I porti del nord Sardegna viaggiano ormai a ritmi d’altri tempi. I numeri parlano di una situazione che ricorda molto le stagioni da tutto esaurito. Sono 2 milioni e 128mila i passeggeri che, da gennaio a luglio, sono passati per le banchine di Olbia, Golfo Aranci e Porto Torres. Una crescita del 25.6 per cento, pari a 430mila unità, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il grosso lo ha fatto luglio, che da solo porta a casa un milione di passeggeri. Numeri importanti che confermano la salute del sistema portuale del nord dell’isola e che sono addirittura destinati a crescere nel mese di agosto. Un segno più che non esclude nessuno: Olbia, Golfo Aranci e Porto Torres vivono una stagione da incorniciare. Confermata anche la crescita del tonnellaggio di merce trasportata su gomme che: più 3 per cento.

Olbia. Il porto di Olbia resta lo scalo che fa registrare i numeri più alti. All’Isola Bianca i movimenti nave, esclusi quelli crocieristici, sono aumentati di 834 unità, passando dai 2.607 del 2015 ai 3.441 dell’anno in corso. È una crescita del 32 per cento. Stesso discorso per il numero dei passeggeri, che passa da 1 milione e 138mila del periodo gennaio-luglio 2015 a 1 milione e 428mila del 2016. In questo caso l’incremento è del 25.4 per cento. Sale del 32 per cento anche il numero delle auto e dei camper al seguito.

Golfo Aranci. In buona salute anche il vicino scalo di Golfo Aranci. Qui l’incremento delle corse navi è del 10.9 per cento, che passano dalle 559 del 2015 alle 620 del 2016. Dunque cresce anche il numero dei passeggeri: da 230mila a 278mila (più 20 per cento). La presenza di auto e camper è aumentata del 16.4 per cento.

Porto Torres. Confermata anche la crescita dello scalo di Porto Torres, con il numero delle navi in movimento che è aumentato del 32 per cento, da 742 a 948. Una crescita del 30 interessa invece i passeggeri in arrivo e partenza, che passano da 325mila del 2015 a 421mila dell’anno in corso. Pure in questo caso sono in aumento le auto e i camper al seguito dei passeggeri: passano da 104mila a 135mila.

Agosto super. I dati sono stati forniti dall’Autorità portuale del nord Sardegna. «Con il dato di luglio facciamo un passo in avanti verso la vetta degli anni d’oro – commenta Pietro Preziosi, commissario dell’Autorità portuale –. Se guardiamo al 2010, primo anno di leggera crisi, lo scarto è di appena 220mila passeggeri. Cifra non eccessivamente alta che si potrebbe recuperare con un buon assestamento dei traffici nei mesi a seguire». Del tutto confermate le previsioni di inizio anno. «Il trend, così come previsto, sembra assodarsi attorno a un 25 per cento di crescita – aggiunge Preziosi –. Numeri che, sono convinto, troveranno conferma anche ad agosto. Stando alle stime giornaliere parziali,

con circa 35mila passeggeri in movimento al giorno, sarà un mese eccellente per i traffici marittimi dei nostri tre porti e, soprattutto, per il sistema turismo in Sardegna che utilizza i nostri scali come principale porta d’accesso via mare all’isola».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller