Qualità della vita: Sassari risale e supera Cagliari

Nella classifica di Italia Oggi e dell’Università La Sapienza le province sarde non brillano: la migliore è la Gallura, solo 54esima e in caduta libera, la peggiore è il Medio Campidano

SASSARI. La Gallura perde posizioni ma è l’unica delle (ex) 8 province in cui la qualità della vita resta accettabile. Le altre 7 migliorano la loro classifica rispetto a 12 mesi fa ma, soprattutto per Sulcis Iglesiente e Medio Campidano, la sufficienza è un miraggio.

Per la Sardegna, nonostante qualche segnale di ripresa, si tratta dunque di una bocciatura. Nell’isola la qualità della vita è mediamente insufficiente. A decretarlo è l’annuale classifica di Italia Oggi, redatta in collaborazione con la Sapienza di Roma, che ha diviso l’Italia in 4 fasce: buona, accettabile, scarsa e insufficiente. Per l’isola c’è solo la Gallura nella seconda, le altre sono tutte sotto la media.

La graduatoria vede Mantova sul podio, seguita da Trento, prima ininterrottamente dal 2011, e Belluno. In fondo Crotone, che in 12 mesi ha perso 24 posizioni, seguita da Siracusa e Napoli.

A guidare la graduatoria sarda è Olbia Tempio, al 54esimo posto, 11 meno di un anno fa. Ma due posizioni in più di Milano, ultima provincia d’Italia con una qualità della vita accettabile. Dal 57esimo posto in poi la valutazione è insufficiente o scarsa. E proprio al 57esimo posto c’è l’Ogliastra, che perde due posizioni. Tutte le altre invece guadagnano punti: Nuoro (58, più 19), Sassari (65, più 31), Oristano (71, più 17), Cagliari (86, più 1). Infine, c’è Carbonia Iglesias, che dall’ultimo posto assoluto di un anno fa scala 10 posizioni e si ferma al 100esimo posto, e il Medio Campidano, 101esimo, con 8 posti guadagnati. L’indagine sulla qualità della vita è stata realizzata attraverso 9 aree tematiche.

Affari e lavoro. In questo gruppo è prima - ma senza brillare - la Gallura, solo 65esima come un anno fa. A seguire Sassari, 72esima. Nel suo complesso il nord della Sardegna è tra le prime 15 posizioni come numero di imprese registrate, mentre Nuoro e l’Ogliastra sono al terzo posto assoluto per il minor numero di imprese che hanno cessato l’attività. Quanto al tasso di disoccupazione tutte le province sono nella parte bassa della classifica: ultimo è il Medio Campidano, al 99esimo posto, seguito da Oristano (95), Cagliari (89), Sulcis (88), Sassari (86), Ogliastra (79), Olbia Tempio (78) e Nuoro (77).

Ambiente. Il centro dell’isola si conferma il polmone verde della Sardegna. Nuoro e Ogliastra occupano il sesto e settimo posto della classifica generale. Buona affermazione anche per il Medio Campidano (22) e Oristano (23). Più distanziate Sassari (45), Carbonia Iglesias (55) e Cagliari (74), mentre la Gallura sprofonda alla 98esima posizione, tra Latina e Siracusa.

Criminalità. Perde qualche posizione ma si conferma la città più tranquilla dell’isola. Oristano è al nono posto a livello nazionale per il minor numero di reati. Seguono Carbonia Iglesias (17), Medio Campidano (18), Cagliari (20), Nuoro e Ogliastra (34). Chiudono la classifica sarda Olbia Tempio (45) e Sassari (47).

Disagio sociale. Il podio negativo è tutto sardo. Maglia nera il Sulcis Iglesiente, seguito da Medio Campidano e Cagliari. Un risultato figlio della crisi che attanaglia l’isola, soprattutto al Sud. Va meglio al nord con Sassari al 46esimo posto e Olbia Tempio al 51esimo.

Popolazione. Olbia è la provincia d’Italia che registra il tasso più basso di mortalità. Un primato che le fa conquistare il 20esimo posto nella classifica generale. Seguono, distanziate, Cagliari (46) e Sassari (50).

Servizi. Un altro primato negativo per la Sardegna. Il Medio Campidano, seguito dal Sulcis, ultimo in classifica per servizi finanziari e scolastici. Ma è tutta l’isola a essere bocciata: il risultato migliore è dell’Ogliastra, appena 61esima.

Sistema salute. Invece, la tanto bistrattata sanità supera l’esame a pieni voti. Perlomeno a Cagliari, nona, e nel Sulcis, 23. A metà classifica Sassari (48) e Ogliastra (49). Insufficienti Nuoro (84) e Gallura (97), senza possibilità di appello Oristano (105) e Medio Campidano (107).

Tempo libero. Promossa Olbia Tempio, 20esima a livello nazionale, bocciato Medio Campidano, 108. A metà Sassari, Ogliastra, Cagliari, Nuoro.

Tenore di vita. A sorpresa, grazie

al costo delle case, a registrare il migliore tenore di vita è il Medio Campidano, 16esimo. Ma ottimi risultati anche per Sulcis (22), Ogliastra (28), Olbia Tempio (30) e Oristano (32). Seguono Sassari (43) e Nuoro (44). Ultima Cagliari, al 57esimo posto.

RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller