Cade col quad, muore un 57enne

Gonnesa, l’uomo è precipitato in una scarpata: il cadavere trovato dopo 4 giorni

GONNESA. Disperso da giorni è stato ritrovato cadavere in una scarpata a pochi metri dal suo quad con cui giovedì notte rientrava da Gonnesa alla sua casa di Portoscuso. È stato l'elicottero dei carabinieri, ieri pomeriggio, dopo la denuncia di scomparsa dei familiari, ad avvistare il corpo di Salvatore Manca, 57 anni, in una delle strade campestri di Porto Paglia nel comune di Gonnesa. L'uomo è stato trovato senza vita disteso sulla strada sterrata e il volto sopra un masso. Secondo le prime ricostruzioni dei militari, Salvatore Manca, giovedì sera, ha cenato a casa della nipote vicino a Porto Paglia e intorno alle 22 ha deciso di andare via a bordo del suo quad. L'uomo si è messo al volante del mezzo nonostante la nipote avesse insistito perché restasse a casa sua. Da quel momento i familiari non hanno avuto più notizie di lui. Manca ha preso una delle tante strade campestri per raggiungere Portoscuso, dove abitava da quando si era separato dalla moglie. Una scelta che si è rivelata fatale. Nel tragitto il mezzo si è arenato e poi è precipitato nella scarpata. Un impatto violento contro un masso, sarebbe stato letale per l'uomo. La nipote in pensiero ha chiamato lo zio, ma il telefono risultava staccato. Ha pensato fosse rientrato a casa e già dormisse. Tra venerdì e sabato i figli l'hanno cercato a casa, ma senza avere risposte. A quel punto sabato sera hanno deciso di avvisare i carabinieri, che dopo la formale denuncia di allontanamento volontario hanno attivato le ricerche con l'ausilio del nucleo elicotteri di Elmas, protezione civile, unità cinofile Shardana di Gonnesa e compagnie barracellari. È stato proprio l'elicottero ad avvistare il quad rosso e poco distante il cadavere. Non è chiaro secondo i carabinieri della compagnia di Iglesias, coordinati dal comandante Giovanni Di Nuzzo, se l'uomo sia morto sul colpo o in un secondo momento per un malore. Su questo aspetto sono in corso gli accertamenti,

ma militari non hanno dubbi sulle cause accidentali della morte. Manca era separato, aveva dei figli ed era in pensione. La figlia Cristina su Facebook chiedeva aiuto per ritrovare suo padre. Poi la notizia terribile e a tarda sera il pensiero di addio: «Ciao pà. Ti amavo, ti amo e ti amerò».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Come trasformare un libro in un bestseller