Roghi, è massima allerta: sull’isola soffia il maestrale

Scattato l’allarme per “rischio incendi estremo” anche a causa della siccità Calano le temperature record, nuova ondata di afa prevista nel fine settimana

SASSARI. L’arrivo del maestrale, molto forte in alcune aree dell’isola, spazza via i picchi di temperature che hanno caratterizzato anche le ultime giornate e consente di respirare, ma fa salire la paura per gli incendi, completamente giustificata dall’esperienza (i criminali che appiccano il fuoco attendono proprio questo genere di giornate) e dalla condizione meteo: il territorio è secco e provato dalla siccità. Così la protezione civile ha diramato un avviso di pericolo estremo incendi per circa tre quarti della Sardegna, a causa delle forti correnti da nord ovest che in alcune zone porteranno raffiche di grande potenza.

Sulla relativa cartina per oggi sono segnate in rosso tutto il Nuorese, l’Ogliastra, Baronia, il Sarrabus, quasi tutta la Gallura, Logudoro, Goceano, Campidano, area di Capoterra, Trexenta, Parteolla, Gerrei, Marmilla, Guilcer, Barigadu, Usellus e Sarcidano. Significa che in caso di incendio il fuoco si può propagare rapidamente raggiungendo grandi dimensioni nonostante l’utilizzo della flotta aerea. Nel resto dell’isola non va molto meglio: l’allarme per oggi è “alto con attenzione rinforzata”, ovvero in caso di rogo il fuoco, se non tempestivamente affrontato, si propagherebbe rapidamente e potrebbe rendere necessario il ricorso alla flotta aerea.

Il bollettino meteo prevede infatti che dal pomeriggio di oggi sulla Sardegna inizieranno a soffiare venti in prevalenza da nord-ovest (maestrale). L’intensità sarà inizialmente moderata, ma a partire dalla serata diverrà forte, in particolare sulla parte orientale dell’isola (soprattutto sulle zone di montagna); il vento sarà accompagnato da raffiche sino a burrasca (sulla Sardegna occidentale) o tempesta (sulla Sardegna orientale). Il vento resterà molto intenso stanotte e buona parte della giornata di domani, quando dalla serata l’intensità inizierà progressivamente a calare.

A partire da stasera i mari risulteranno molto mossi o agitati con moto ondoso in aumento; domani saranno agitati o molto agitati. Per tutto il periodo saranno possibili mareggiate lungo la costa occidentale
e la costa settentrionale dell’isola. È quindi fortemente sconsigliato avventurarsi in mare: il messaggio è rivolto in particolare ai turisti che spesso non si rendono conto di quanto possa divenire pericoloso fare il bagno in certe condizioni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro