Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Non si ferma all’Alt, sparatoria

Investito un militare. Forse a bordo del furgone la banda delle slot

USSARAMANNA. Sparatoria nella notte fra carabinieri e ignoti malviventi mascherati a bordo di un furgone che non è escluso dovesse essere utilizzato per un altro dei furti di slot machine che imperversano nella Marmilla. Un militare è rimasto ferito gettandosi di lato per evitare di essere investito, la prognosi è di 20 giorni. Scomparsi nel nulla i malviventi, mentre è stato ritrovato il furgone, abbandonato in campagna. Intorno alle 3 e mezzo di ieri mattina, a Padru Picciu nel territorio di Ussaramanna, una pattuglia di carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Sanluri ha intercettato un furgone bianco con degli uomini travisati a bordo. I militari, hanno intimato l'alt ma in tutta risposta il mezzo puntava sui militari, speronando la “gazzella” ed investendo uno di loro. I carabinieri hanno sparato alcuni colpi verso il mezzo, senza riuscire a bloccarlo. Il furgone risulta essere stato rubato qualche giorno fa presso il comune di San Gavino, i banditi l’hanno abbandonato vicino ai campetti di calcio di Pauli Arbarei. I primi rilievi escludono che i banditi possano essere rimasto feriti dai colpi esplosi dai militari.