I colpi di coda di Lucifero: un'altra giornata di caldo torrido in Sardegna

Soltanto da domenica 6 agosto la temperatura comincerà ad abbassarsi verso le consuete medie stagionali grazie all'arrivo dell'aria fresca dall'Atlantico

SASSARI. Colpo di coda di Lucifero l'anticiclone ha portato il caldo torrido: ancora due giorni di temperature record e poi finalmente si farà strada nel Mediterraneo l'aria fresca in arrivo dall'Atlantico.

Domenica 6 agosto inizierà il percorso che dovrebbe portare alla normalità e, dall'inizio della prossima settimana, il termometro dovrebbe finalmente scendere sensibilmente in tutta l'isola.

In più della metà della Sardegna le temperature massime hanno superato la soglia dei 40 gradi con un picco spaventoso di 47,8 gradi registrati alle 15 nella stazione meteo del Medio Campidano, come riportato dalla rilevazioni di Sardegna Clima Onlus. E, in questo caso, non si tratta di temperature percepite.

Come non erano una sensazione i 45,2 gradi che hanno arroventato Perfugas e i 44, 9 gradi di Sanluri. Temperature sahariane, come il vento di scirocco spinto sulla Sardegna da Lucifero, anche nell'Oristanese dove spiccano i 44,4 gradi di Asuni, piccolo centro del Grighine, e i 44 gradi di Oristano che ieri si è confermata la città più calda d'Italia.

E proprio sul Campidano di Oristano, sul Medio Campidano e sulla Trexenta il caldo torrido spingerà i termometri verso temperature da Guinness dei primati anche oggi 4 e  domani 5 agosto. Le previsioni di Meteo Sardegna per oggi annunciano 40 gradi a Sassari,

38 a Olbia, 40 a Nuoro e Oristano mentre saranno "solo" 35 i gradi che riscalderanno Cagliari

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro