Basta coi furti di sabbia nelle spiagge della Sardegna: volantinaggio fra i turisti

Campagna di sensibilizzazione degli indipendentisti di Liberu guidati da Pierfranco Devias, allo sbarco di navi e aerei ai vacanzieri è stato consegnato un messaggio perché contribuiscano alla tutela dell'ambiente

CAGLIARI. La vacanza in Sardegna è iniziata con un invito, formulato con toni gentili ma perentori: "Giù le mani dalla nostra sabbia".

I turisti appena scesi dagli aerei e dalle navi hanno incrociato i militanti di Liberu carichi di volantini. Una quarantina gli indipendentisti che hanno partecipato alla iniziativa di sensibilizzazione verso le spiagge isolane. «Làssami Neta», Lasciami pulita, Leave me clean»: è questo il messaggio scritto nei 20mila volantini distribuiti ieri mattina 5 agosto a partire dalle 6.

«La sostenibilità ambientale è limitata - ha spiegato il leader del movimento, Pierfranco Devias, durante il volantinaggio nello scalo di Cagliari-Elmas - e se tutte le volte migliaia

di persone ripartono con le loro bottigliette piene di sabbia, ognuna contribuisce a distruggere le bellezze naturali».

 

Il servio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie