Il colpo di Calangianus: Imbruglia sul palco

Il centro gallurese punta sempre su un big. Venditti a Budoni, Ruggeri a Thiesi e la Bertè a Bonorva

SASSARI. Per un cantante la festa patronale non è il massimo. Qualsiasi artista preferirebbe fare concerti a pagamento, perché solo il biglietto garantisce una platea di fan e non solo di curiosi. Ma non tutti i cantanti possono permettersi migliaia di paganti. Anzi, sono sempre meno gli artisti da sold out. E così non restano che le feste patronali. Che però in alcuni casi fanno gola anche a quegli artisti che sulla carta le disdegnano. Tutto dipende dal cachet, da quanto il comitato mette sul piatto. E così capita non di rado che big della musica accettino di farsi inserire in cartelloni variegati, tra sagre della salsiccia e corse degli asinelli. Da sempre ci sono paesi che per la festa danno il massimo. Calangianus ne è un esempio. Tra gli anni Novanta e Duemila, periodo pre crisi, per la festa di Sant’Isidoro schierò big come Gianna Nannini, Eros Ramazzotti, Ornella Vanoni, Francesco De Gregori. Nomi che mai si esibiscono gratuitamente. Con la crisi anche Calangianus ha dovuto abbassare lo standard, ma quest’anno è ritornata ai livelli di una volta: a maggio Antonello Venditti e ora, il 16 settembre, la star australiana Natalie Imbruglia, che il giorno dopo si esibirà a pagamento all’Arena Sant’Elia di Cagliari. E che due anni fa si esibì al Cala di Volpe al costo di 1.000 euro a persona, bevande escluse. Ci sono poi artisti che non rinunciano alle feste patronali, ma pretendono un biglietto d’ingresso. Magari simbolico, ma fondamentale per fare selezione.

Quest’anno la due mesi di concerti in onore dei santi è particolarmente ricca. Negli ultimi giorni si sono esibiti Marco Masini a Orgosolo, Edoardo Bennato a Benetutti, Ivana Spagna ad Arbus, i Nomadi - gruppo dal tutto esaurito assicurato - a Borore, Francesco Gabbani a Oliena, Ron a Ossi. Ieri ricco calendario: da Max Gazzè a Pattada a Bianca Atzei a San Giovanni (frazione di Sassari), da Valerio Scanu a Muravera a Francesco Baccini e Sergio Caputo a Tempio, dai Tazenda a Isili a Gabry Ponte a Siligo. La star di oggi è Antonello Venditti a Budoni, mentre domani ci saranno Ivana Spagna a Villaspeciosa e Giuliano Palma a Monastir. Il 1 settembre i Tazenda a Campanedda. Venerdì 8 settembre
in programma Alex Britti a Luogosanto, Enrico Ruggeri e i Decibel a Thiesi, Raf a Usini, Ivana Spagna a Stintino, Bianca Atzei a Uta. Il giorno dopo i Tiromancino a Terralba, Max Gazzè ad Arzachena, Loredana Bertè a Bonorva, Zero Assoluto a Oschiri, i Collage a Bono. (al.pi.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro