agroalimentare 

Al via le Strade dello zafferano

Da domani in sei aziende di San Gavino, Turri e Villanovafranca

CAGLIARI. Lo zafferano Dop di Sardegna, costa 10 euro al grammo, ed è una raffinatezza anche in Cina. Con le vendite on line, le sei aziende di San Gavino, Turri e Viillanovafranca sono arrivate dovunque. «Abbiamo dalla nostra un prodotto eccezionale e unico», hanno detto i sindaci Carlo Tomasi, Martino Picchedda e Matteo Castangia. Che si sono messi assieme per organizzare un grande evento da domani fino a domenica nei loro Comuni: «Le strade dello zafferano», o dell’oro rosso di Sardegna, com’è conosciuto da una parte all’altra del mondo e soprattutto per com’è considerato, il top, dai migliori chef internazionali. Che sia una rarità lo confermano due numeri: la curcuma, forse il suo più pericoloso concorrente è pagato 60 euro al chilo e non certo 10 euro al grammo, poi la produzione di zafferano, in Sardegna, non supera i 300 chili lavorati dopo una raccolta a mano per 36 ettari di filari. Scritto questo, è sorprendete il fatturato: 3 milioni di euro l’anno. «È proprio l’alta qualità della spezia – ha detto Raimondo Mandis di Slow food – e l’alta resa, con un grammo si possono condire fino a 40 piatti di riso, a rendere lo zafferano Dop sardo ineguagliabile rispetto anche a quello prodotto in Abruzzo e Lombardia». Durante la tre giorni ogni manifestazione sarà unita all’altra
proprio da un filo rosso, il colore dello zafferano, con laboratori sui saperi locali, dimostrazioni sulla lavorazione tradizionale dei fiori e degli stimmi, convegni, mostre e musei, streat food e pranzi con rinomati chef, degustazioni di vini e non mancherà neanche dell’ottima musica.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro