Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Sport, launeddas e polenta: 29 i premiati

Molti eventi organizzati in piccoli Comuni, via libera ad appuntamenti musicali e letterari

SASSARI. L a pattuglia dei promossi festeggia: il contributo della Regione è arrivato, in molti casi la somma assegnata è 15mila euro, cioè il massimo previsto nel bando. Al primo posto c’è il Csen regionale (sede di Sassari): si tratta dell’ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni che per le finali nazionali ha meritato 81 punti e 15mila euro di contributo. Al secondo posto ancora il Csen ma di Olbia-Tempio, con l’evento Meticcio Expo: 77 punti e 15mila euro. Sport in terza posizione: ad aggiudicarsi l’importo massimo è Olympias, giochi tradizionali della Sardegna, evento che si svolge a Baressa ed è organizzato dal Consorzio Due Giare. Al quarto posto la Festa della Madonna della Salute a Masainas a cura della Proloco: anche in questo caso 15mila euro e 62 punti di valutazione. Dalla quinta posizione i punteggi calano ma spesso ritorna l’importo massimo: è il caso della Sagra della polenta ad Arborea e dei Candelieri e Ferragosto a Ploaghe. Si aggiudicano 15mila euro, nonostante il punteggio al limite della sufficienza, anche la Sagra del pane fattu in domu di Villaurbana, la Sagra del prosciutto di Talana, il Cabudanne del sos Poetas a Seneghe e l’evento Isole:Sardegna-Isole Shetland, appuntamento biennale organizzato dal comune di Padru in Gallura. Importo pieno infine per la Sfilata in Cortes a Orani e il Siem- Sardinia International etno music festival a Chiaramonti. Nell’elenco dei 29 eventi ammessi figurano anche – tra gli altri – il Festival delle Launeddas di Villaputzu (8500 euro), il Festival dei popoli a Villamassargia (7mila euro), la XII Biennale del Coltello a Pattada (9500 euro), i Saboris antigus a Mandas (8250 euro). Più alti i contributi assegnati alla Sagra della capra di Baunei e Santa Maria Navarrese (12.489 euro), cifra tonda (10mila) per la XXXIV mostra micologica del Capo di Sopra a cura del comune di Putifigari. L’importo più basso, 5mila euro, va all’evento Populos a Cuncordu a Santu Lussurgiu. Tutti gli ammessi dovranno comunicare entro 20 giorni l’accettazione del contributo assegnato inviando una mail alla Regione: se non lo faranno rischieranno di perdere l’importo assegnato. (si. sa.)