Emergenza migranti Sbarcati 80 algerini nel sud dell’isola

CAGLIARI. Continuano gli sbarchi di algerini lungo le coste del sud Sardegna, anche grazie alle condizioni climatiche favorevoli di questi giorni. Ieri ne sono arrivati più di ottanta. Tra di loro...

CAGLIARI. Continuano gli sbarchi di algerini lungo le coste del sud Sardegna, anche grazie alle condizioni climatiche favorevoli di questi giorni. Ieri ne sono arrivati più di ottanta. Tra di loro solo una donna e nessun bambino. Sono tutti algerini e tutti in buone condizioni di salute.

Gli sbarchi sono cominciati ieri mattina, all’alba. I primi 29 sono arrivati a Sant'Anna Arresi e lungo la spiaggia di Porto Pino. Poche ore dopo altri quattordici migranti sono stati rintracciati dai carabinieri a Teulada, poi altri 15 a Sant’Antioco. Nel corso del pomeriggio, invece, i carabinieri hanno individuato altre 25 persone, in due diversi sbarchi, sempre nella zona di Teulada. I migranti, una volta visitati, e identificati, sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Monastir.

Da giorni tutta la costa sud dell’isola è pattugliata da carabinieri, polizia, guardia di finanza e guardia costiera. Ieri sera, al largo delle coste del Sulcis, sarebbero state già individuate altre imbarcazioni. Una rotta quella sarda, scoperta di recente dagli algerini che preferiscono arrivare nell’isola con piccole imbarcazioni, invece di affrontare il pericoloso viaggio sui barconi in partenza dalla Libia.

La Regione sta cercando in tutti i modi di limitare l’arrivo di migranti clandestini, anche con progetti di cooperazione finanziati dal
governo. In diverse occasioni il presidente Pigliaru ha segnalato al ministro Minniti la gravità della situazione e ha chiesto con forza che il Governo intensifichi «il dialogo con le autorità algerine e percorra tutte le strade possibili per bloccare il flusso e dare corso ai rimpatri»

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro