Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Arrestato con 4 chili di marijuana

Perquisizione dei carabinieri di Dolianova: disoccupato di Barrali ai domiciliari

BARRALI. Davide Muceli, un disoccupato di 33 anni, incensurato, nato e residente a Barrali, è stato arrestato sabato notte dai carabinieri della stazione del paese della Trexenta per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo, durante un’operazione di controllo del territorio a fini preventivi disposta dal tenente Pasquale Pinnelli, comandante della compagnia di Dolianova, fermato in strada è stato trovato in possesso di alcuni grammi di marijuana. Successivamente, i militari hanno rinvenuto nella sua abitazione, nel corso della perquisizione domiciliare, quasi quattro chili della stessa sostanza stupefacente (3800 grammi per la precisione) e alcuni bilancini.

Davide Muceli, al termine delle formalità di rito, così come disposto dal magistrato di turno, è stato accompagnato nella propria abitazione agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che sarà effettuata questa mattina unitamente al rito direttissimo. L’operazione di controllo avviata dal tenente Pinnelli è stata estesa a tutto il territorio di competenza della tenenza di Dolianova per contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti che sta crescendo di intensità e, oltre a rappresentare una minaccia per la salute dei più giovani è un problema anche per la sicurezza delle comunità.

«Durante le festività di Natale e di fine anno intensificheremo i servizi - sottolinea il tenente Pinnelli - per contrastare adeguatamente il fenomeno che anche nella Trexenta, nel Basso Campidano e nel Parteolla ha assunto delle proporzioni che noi definiamo preoccupanti».