Incidente stradale a Santadi, muore 28enne

Federico Etzi, operaio edile, ha perso il controllo dell’auto forse a causa dell’asfalto bagnato

SANTADI. Tornava a casa sua a Piscinas, ha perso il controllo dell’auto probabilmente a causa dell’asfalto reso viscido dalla pioggia, è finito fuori strada ed è morto sul colpo. Federico Etzi aveva 28 anni, era operaio edile. L’incidente è avvenuto nel primo pomeriggio di ieri, lungo la strada per Barrua, frazione di Santadi, via molto conosciuta perché arriva fino alle famose grotte di Is Zuddas. Ieri aveva piovuto, la strada era bagnata, Federico Etzi stava percorrendo la strada quando all’improvviso ha perso il controllo dell’auto, che è finita in cunetta, l’urto col terreno è stato molto violento, il corpo del giovane conducente è stato sbalzato fuori dall’abitacolo e la vettura gli è ricaduta addosso. All’incidente non ha assistito nessuno ma le auto che sono sopraggiunte dopo hanno visto immediatamente quel che era accaduto. La macchina era su un fianco, il corpo del conducente non si vedeva dalla strada, la scoperta l’hanno fatta i vigili del fuoco arrivati assieme a un’ambulanza del 118 e ai carabinieri della stazione di Santadi agli ordini del maresciallo Pitagora. Uno degli automobilisti aveva chiamato i carabinieri e sono stati loro a far arrivare anche vigili del fuoco e l’ambulanza. Gli operatori del 118 non hanno potuto far altro che constatare la morte del giovane. I carabinieri hanno avviato gli accertamenti, l’asfalto bagnato non aveva trattenuto eventuali segni di frenata, la prima idea, che adesso dovrà essere valutata con attenzione, è che il giovane stesse marciando a una velocità sostenuta, non adeguata forse alla pericolosotà dell’asfalto bagnato e che non sia riuscito a mantenere in assetto la vettura, schizzata in cunetta e ricaduta sul terreno con violenza. Federico Etzi conosceva bene la strada che percorreva spesso. Faceva lavori saltuari come operaio edile, abitava a Piscinas, in via Lussu, assieme ai genitori. Quando si è saputo dell’incidente, sul posto sono arrivati gli amici, Federico Etzi era un appassionato di motori, gli piacevano le moto.

L’auto è stata rimossa in tarda serata perché il carroattrezzi ha avuto qualche difficoltà a raggiungere la strada di Barrua a causa di una densa nebbia che è calata quasi all’improvviso. La strada non era molto trafficata, ma le auto che sopraggiungevano hanno dovuto rallentare la marcia a causa dei diversi mezzi dei soccorritori
che occupavano gran parte della carreggiata.

Una volta conclusi gli accertamenti, i carabinieri hanno restituito il corpo ai familiari. Il nome del giovane non è stato divulgato fino a quando non sono stati avvertiti i genitori, raggiunti nella loro casa di Piscinas.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro