Spopolamento in Sardegna, l'assessore alla Sanità: "Integrare i migranti è la scelta giusta"

L'isola all'ultimo posto in Italia per natalità: Luigi Arru indica nelle politiche di integrazione degli stranieri una leva per invertire il costante calo demografico

SASSARI. «In Sardegna per invertire la tendenza al drammatico calo delle nascite bisogna favorire l'immigrazione. Altrimenti sarà difficile guardare con ottimismo al futuro».

Per l'assessore alla Sanità e all'Assistenza sociale Luigi Arru l'unica risposta al problema della denatalità nell'isola - che secondo l'Istat è la regione italiana dove si fanno meno figli - è investire per la formazione e l'integrazione degli immigrati in modo da farne «una risorsa produttiva».

L'assessore valuta la situazione degli altri paesi europei segnalando le buone politiche sulla natalità adottate in Francia che hanno provocato un vero baby boom e parla della conciliazione

dei tempi della vita lavorativa delle donne e degli uomini

 

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua  versione digitale

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro