Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Banco di Sardegna, gli impieghi saliti a 7,8 miliardi di euro

Una filiale del Banco di Sardegna a Nuoro

Autentico exploit per i mutui con più 47 per cento in 12 mesi

Uno dei primi segnali di ripresa economica è dato dalla crescita della voglia di investire da parte delle imprese e delle famiglie. Più richieste di mutui e prestiti sono i sintomi di un mercato immobiliare e imprenditoriale che riacquista vivacità. E se in Sardegna, come nel resto d’Italia, il 2016 è stato l’anno della ripartenza per i mutui – dopo 8 anni di crisi profonda – per quanto riguarda il Banco di Sardegna la svolta è arrivata nel 2017.



I dati parlano chiaro. Gli impieghi alla clientela sono saliti a 7,8 miliardi, con una crescita su base netta di 175 milioni (+2,3%), grazie a nuove erogazioni per oltre un miliardo di euro, che hanno compensato oltre 800 milioni di rimborsi rateali e scadenze. All’interno di questo contesto altamente positivo, le punte d’eccellenza sono rappresentate dalla crescita dei prestiti personali e dei mutui casa: nel primo caso tra il 2016 e il 2017 c’è stato un aumento dell’8%, mentre i mutui hanno avuto un autentico exploit con +47% in dodici mesi.